menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Mancavano le informazioni sulla tracciabilità: 20 chili di alimenti distrutti in uno stabilimento balneare

L'esito dei controlli dei carabinieri del Nas, che in tutta la regione hanno sequestrato 270 chilogrammi di ingredienti, che saranno distrutti

Venti chilogrammi di alimenti da avviare alla distruzione perché non c'erano le informazioni sulla tracciabilità. È l'esito dei controlli dei carabinieri del Nas di Pescara in uno stabilimento balneare della costa teatina (la località non è stata specificata dai militari). Il titolare ha avuto una serie di prescrizioni dalla Asl, che ha riscontrato alcune inadeguatezze igienico sanitarie e gestionali. 

Si tratta di una parte dei numerosi controlli eseguiti nel fine settimane in diversi stabilimenti balneari e strutture alberghiera della costa abruzzese. In totale, sono stati sequestrati 270 chilogrammi di prodotti alimentari, che saranno distrutti. 

Nei controlli, i militari si sono concentrati su tracciabilità, modalità di conservazione, corrette informazioni al consumatore, condizioni igienico sanitarie dei locali e delle attrezzature.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento