rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Cronaca Lanciano

Lega in cortile l'agnello che piange tutta la notte: denunciata

I vicini allertano i carabinieri forestali: l'animale è stato sequestrato e affidato a un'azienda zootecnica

Teneva legato un agnello in cortile in attesa di sacrificarlo. Con l'accusa di maltrattamento di animali i carabinieri forestali di Lanciano hanno denunciato una 56enne di Lanciano.

L'animale è rimasto ore ed ore legato per le zampe e attaccato a una catasta di legna, senza potersi muoversi, lamentandosi per tutta la notte. L'indomani mattina i vicini di casa hanno allertato le forze dell'ordine. La richiesta di intervento è stata raccolta dalla polizia municipale, che poi ha interessato i carabinieri forestali. I militari sono intervenuti sul posto, insieme al personale del servizio Iaps della Asl, e hanno constatato le condizioni di detenzione dell'animale incompatibili con la sua natura. L'agnello probabilmente serviva per la festa del sacrificio, che i musulmani celebrano in questi giorni.

Per la donna è scattata la denuncia a piede libero, mentre l'animale è stato sequestrato e affidato in custodia ad un'azienda zootecnica. L'auspicio è che venga adottato da qualche fattoria didattica che se ne prenda cura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega in cortile l'agnello che piange tutta la notte: denunciata

ChietiToday è in caricamento