Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Ugl denuncia: "Aggressione al personale viaggiante e ai verificatori Tua"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

La Ugl Autoferro Regionale, alla luce dell’ultimo episodio vergognoso e increscioso accaduto sul mezzo di Tua a Roseto mercoledì 04 agosto c.a., con conseguenze sanitarie al nostro personale pari a 15 gg di prognosi, denuncia, senza remora alcuna, l’atteggiamento dei pendolari, viaggiatori occasionali e “portoghesi” che vengono meno al loro dovere a fronte di un lavoro sempre più pericoloso, stancante e usurante da parte dei lavoratori, ovvero fare il biglietto. Non solo, troppe volte ci viene segnalato che rifiutano di farlo e troppo spesso si arriva alle mani e a risse che, per fortuna, non sempre degenerano. Per quanto ci riguarda pieno sostegno alle forze dell’ordine, che svolgono il proprio lavoro con abnegazione e sprezzo del pericolo, e pieno sostegno ai lavoratori, che “navigano a vista” e senza sostegno alcuno da parte aziendale.

L’azienda Tua è stata più volte invitata sia a prendere provvedimenti in merito e sia a migliorare una organizzazione interna che denuncia delle lacune evidenti, specie per i verificatori di titoli di viaggio, ma che purtroppo non sembrano interessare. A bordo mezzi, macchinette emettitrici a bordo che non funzionano, certamente non facilitano il compito dei verificatori, che si ritrovano a formalizzare verbali che mandano su tutte le furie la clientela. Già aver ottenuto il ripristino a bordo dei verificatori, come l’apertura delle biglietterie per l’intera giornata, è un successo. Purtroppo e nonostante tutto, l’evasione tariffaria e la sicurezza bordo dei mezzi sono argomenti poco recepiti dall’azienda Tua. Ricordiamo che la missione aziendale non è fare beneficenza e né tanto meno esporre a situazioni raccapriccianti e pericolose i propri lavoratori.

Nella giornata di mercoeldì abbiamo formalizzato all’azienda una nostra richiesta d’incontro per la tutela e la sicurezza dei lavoratori, coinvolgendo tutti i Capo Unità di Produzione del territorio: Teramo, Giulianova, L’Aquila, Avezzano, Sulmona, Pescara, Chieti e Lanciano. Speriamo, come già accaduto in un passato molto recente, che l’azienda non esternalizzi la verifica dei titoli di viaggio, anche perché senza abilitazioni e autorizzazioni necessarie, le ditte esterne possono fare ben poco. Tanto vale investire internamente e formare il personale, anche inidoneo, come dovrebbe essere per ogni azienda pubblica che si rispetti, senza sperperare denaro pubblico e per di più senza risultati tangibili ai fini della propria economia aziendale.

Giuseppe Lupo (Seg. Regionale Autoferro Abruzzo)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ugl denuncia: "Aggressione al personale viaggiante e ai verificatori Tua"

ChietiToday è in caricamento