menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di archivio

Immagine di archivio

Il vigilante gli chiede di indossare mascherina e guanti per fare la spesa, ma lui non vuole e gli sferra un pugno

Il folle episodio nel supermercato Oasi, all'interno del centro commerciale La Fontana di Lanciano, dove un 26enne ha riportato la rottura del setto nasale

È finito con un vigilante aggredito e tanta paura per clienti e personale il pomeriggio di follia che si è consumato ieri nel supermercato Oasi, del centro commerciale La Fontana di Lanciano. 

L'aggressore è un uomo del posto, che ha colpito con un pugno al volto il giovane addetto alla sicurezza di 26 anni. 

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, intorno alle 16 di ieri, l'uomo, di Lanciano, era in coda per entrare nel supermercato con il fratello, secondo le disposizioni anticontagio in vigore nelle ultime settimane. I due non avevano mascherina e guanti obbligatori per poter fare la spesa e il vigilante si è avvicinato invitando a indossarli per la sicurezza loro e degli altri clienti.

Ma i due non hanno voluto sentire ragioni, rifiutandosi di coprirsi volto e mani. Ne è nato un battibecco finito in violenza: uno dei due ha colpito con un pugno al naso il ragazzo, causandogli una copiosa perdita di sangue e la frattura del setto nasale. 

Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri e la polizia municipale, mentre il vigilante è stato portato all'ospedale Renzetti. 

Sull'aggressione indagano gli agenti del commissariato, coordinati dalla dirigente Lucia D'Agostino. Fondamentale, oltre alle testimonianze dei numerosi presenti, saranno le immagini della videosorveglianza, che permetteranno di ricostruire nel dettaglio l'alterco e l'aggressione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento