Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Vasto, litigano per una ragazza: minorenne preso a testate

Un romeno di 17 anni è stato picchiato a sangue da un connazionale di 21 anni che ora è stato denunciato per lesioni personali

Era uscito per una passeggiata in centro quando si è trovato davanti il connazionale di età più grande. La brutta vicenda che ha visto coinvolti un 17enne residente a Vasto, di origini romene, e un 21 enne è iniziata qualche pomeriggio fa, quando per strada, il primo si è imbattuto in quello che è diventato il suo aggressore.

Il più grande infatti, ha cominciato ad insultare l’altro in maniera confusa, alludendo a una ragazza che probabilmente interessava a entrambi.

Presto la discussione è esplosa in violenza: il 21enne ha colpito il minore con due testate in pieno viso, poi ha continuato a sferrare pugni e calci alla sua vittima, ormai a terra e sanguinante, prima di andare via.

Il 17enne, nonostante le gravi ferite a volto e torace è riuscito a trascinarsi fino a casa. Al pronto soccorso è stato accompagnato solo il giorno successivo: qui ha avuto una prognosi di 30 giorni salvo complicazioni a causa delle ferite riportate, trauma cranio facciale, frattura delle ossa e del setto nasale. Non è bastato a denunciare l’accaduto.

Il Commissariato di Vasto ha avviato le indagini solo dopo l’invio del referto medico da parte dei sanitari. E’ stata dura per il dirigente della Squadra Anticrimine, il dottor Ciammaichella, rintracciare la vittima del reato e convincere la famiglia a sporgere denuncia.

Alla fine, riconosciuto tramite individuazione fotografica, l’aggressore, risultato incensurato, è stato deferito per il reato di lesione personale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto, litigano per una ragazza: minorenne preso a testate

ChietiToday è in caricamento