Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Aggressione a Pescara Vecchia: arrestato anche un giovane teatino

Dovrà rispondere dei reati di furto con strappo, tentata estorsione e lesioni connesse assieme agli altri tre tratti in arresto dalla polizia ieri notte

C'è anche un 19enne teatino fra i quattro ragazzi arrestati ieri sera dalla polizia di Pescara con le accuse di furto con strappo, tentata estorsione e lesioni nei confronti di due giovani, uno di 18 e l'altro di 26 anni, in via dei Bastioni e in via Conte di Ruvo, a Pescara Vecchia.

I fatti sono avvenuti intorno a mezzanotte con l'intervento degli agenti della Squadra Volante chiamati da un giovane con ferite al volto in via dei Bastioni che ha raccontanto di essere stato aggredito da quattro persone mentre era in compagnia di alcuni amici. Uno di loro dapprima gli avrebbe strappato il telefono dalle mani, chiedendogli poi dei soldi per la restituzione. 

Quando la vittima e gli amici hanno chiesto indietro lo smartphone, sono stati aggrediti dai quattro con schiaffi e pugni. Questi ultimi sono poi fuggiti gettando il telefono rubato poco prima. 

Poco prima un altro ragazzo aggredito in via Conte di Ruvo mentre era in compagnia di un amico: al giovane è stato rubato dalla tasca un accendino e, quando ne ha chiesto la restituzione, è stato colpito dagli aggressori che si sono poi allontanati.

Gli agenti della Squadra Volante hanno rintracciato gli aggressori e li hanno condotti in Questura. I quattro sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari: si tratta di un 23enne albanese, un 19enne teatino, e 20enne pescarese e un 22enne rumeno. 

Le vittime sono state accompagnate al pronto soccorso da un'ambulanza del 118 della Misericordia con una prognosi di 8 giorni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione a Pescara Vecchia: arrestato anche un giovane teatino

ChietiToday è in caricamento