Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Sfonda a calci la porta della vicina, la aggredisce con un coltello e le ruba il cellulare: arrestata

Una 49enne di Francavilla al Mare era convinta che la giovane dirimpettaia importunasse il suo compagno: respinta la richiesta di arresti domiciliari

Tre anni fa, aveva reso impossibile la vita della sua giovane vicina. Si era infatti convinta che la ragazza, sua dirimpettaia, stesse importunando il suo compagno. 

Così una sera una 49enne di Francavilla al Mare, sotto effetto di sostanze, aveva iniziato a bussare insistentemente, arrivando a sfondare a calci la porta di casa della ragazza. Poi l'aveva aggredita con un coltello da cucina, ferendola a una mano e portandole via il cellulare. 

La ragazza era finita in ospedale con un vistoso taglio alla mano ed erano stati allertati i carabinieri. 

Quando i militari del nucleo operativo e radiomobile di Chieti sono andati a a casa della donna per fare la perquisizione, hanno trovato ancora il cellulare della vittima e più di un grammo di cocaina, motivo per il quale è stata arrestata per violazione di domicilio, rapina, lesioni e detenzione di stupefacenti.

Il tribunale di Chieti ha inflitto alla vicina terribile una pena di 2 anni, in parte scontata in misura cautelare. 

Nnei giorni scorsi, la procura generale della Repubblica dell’Aquila ha ordinato ai carabinieri della stazione di Francavilla al Mare la carcerazione della donna, non accogliendo la richiesta di domiciliari. 

Ora la 49enne è finita nel carcere di Teramo per scontare ancora 10 mesi di reclusione residui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda a calci la porta della vicina, la aggredisce con un coltello e le ruba il cellulare: arrestata

ChietiToday è in caricamento