menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

11mila euro alla Pulchra per bonificare le discariche abusive, ma per i 5 stelle il contratto è poco trasparente

I pentastellati rochiamano l'azienda di igiene urbana alle sue responsabilità e contestano che nel documento di affidamento non vengano specificare i siti da ripulire e le quantità di materiale

Polemiche a Vasto sull'affidamento delle operazioni delle discariche abusive alla Pulchra Ambiente spa, che ha già in affidamento il servizio di igiene pubblica cittadina. Il gruppo locale del Movimento 5 stelle punta il dito contro la delibera di affidamento, giudicandola poco chiara e trasparente.

Questi i fatti: il 7 settembre, la giunta comunale emette il documento con cui affida alla Pulchra la bonifica di numerose micro discariche sul territorio comunale. L'intervento ha un costo forfettario di 11mila 352 euro ed è proprio la mancanza di ulteriori dettagli a finire nel mirino dei pentastellati. La delibera - la numero 323 del 7 settembre scorso - non specifica quante e quali discariche siano da bonificare, dove si trovino, né la quantità di materiali da smaltire. Così, non è chiaro sia stato calcolata la somma da corrispondere all'azienda

Inoltre, spiegano i 5 stelle "i lavori vengono affidati alla Pulchra sulla base di un'offerta pervenuta 'per le vie brevi', non in forma scritta e comunque non acquisita al protocollo comunale". Tra l'altro, nel documento "viene specificato che il servizio non sarà erogato nelle due settimane centrali  del mese di agosto 'data l’intensità della stagione estiva', ma la delibera è di settembre ed il servizio andrà da settembre a dicembre: quindi cosa c’entra agosto?".

I 5 stelle chiamano in causa la Pulchra e le sue responsabilità "sul proliferare di queste micro discariche che, sia ben chiaro, non nascono da un giorno all’altro: la Pulchra esegue le operazioni di spazzamento sul territorio cittadino, per le quali percepisce un compenso di 1 milione e 200mila euro, e non è pensabile che nell’ambito di queste operazioni non individui e rimuova tempestivamente materiali abbandonati impropriamente sul territorio".

Dunque chiedono al vice sindaco di mettere in atto indagini conoscitive, "già previste dalla convenzione di affidamento e tese a definire l'adeguatezza della Pulchra, anche in relazione agli obblighi contrattuali, e il grado di soddisfazione dei cittadini in merito ai servizi erogati". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento