Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Aeroporto d'Abruzzo, Ugl denuncia: "Poca sicurezza sul piazzale aeromobili"

Il sindacato chiede un incontro urgente sia a Saga che Regione Abruzzo per risolvere alcune criticità

La segreteria regionale e la segreteria provinciale della Ugl Trasporto Aereo segnala svariate problematiche all'aeroporto d’Abruzzo che interessano anche la sicurezza operativa. La Ugl trasporto aereo, per bocca del segretario generale Luciano Pantoni, ha chiesto un incontro urgente con presidente della Saga e all'assessore con delega alle partecipate Guido Quintino Liris per analizzarle e risolverle.

Sei i problemi evidenziati dal sindacato: il primo riguarda il trasferimento di impiegati operativi  dalla rampa all’ufficio operativo con gravi ripercussioni che riguardano  la sicurezza sul piazzale aeromobili come da standard richiesto dalle compagnie. “Sul piazzale - rammenta il segretario Pantoni - dovrebbero operare tre dipendenti specializzati (un Marsceler / parcheggiatore di aeromobili, un Wingman / controllore spazi tra aeromobili, un addetto all’altezza), più due addetti al facchinaggio per ogni aeromobile”. 

Un altro problema riguarda la gran parte dei mezzi elencati nel parco automezzi che sono privi di manutenzione ordinaria e quindi risultano non operativi; poi ci sono i nastri internazionali per imbarco bagagli: uno è fuori servizio da due anni ed è stato camuffato con pannelli di cartongesso mentre l’altro funziona a intermittenza; inoltre il mezzo De-Icing quando si utilizza produce fumi altamente inquinanti e tossici; il nuovo parcheggio autoveicoli presenta tantissime anomalie aggravate dalla mancanza di personale per la assistenza e manutenzione.

Ugl infine si chiede “se le competenze economiche, super minimi e bonus ( da capogiro ), riservati a direttore e dirigenti, sono stati eventualmente certificati dal nucleo di valutazione e approvati dalla Regione Abruzzo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto d'Abruzzo, Ugl denuncia: "Poca sicurezza sul piazzale aeromobili"

ChietiToday è in caricamento