rotate-mobile
Cronaca

“Il giro del mondo in 5 parole": l'Admo alla scuola Selvaiezzi

Il progetto a favore dell'Associazione donatori midollo osseo ha preso spunto dalla lettura del libro di J. Verne, "Il giro del mondo in 80 giorni"

“Il giro del mondo in 5 parole: coraggio, vita, dolore, unico, dono” è il titolo del progetto svolto quest’anno dalla scuola primaria Selvaiezzi di Chieti, a favore dell’ADMO (Associazione donatori midollo osseo) Abruzzo. Prendendo spunto dalla lettura del libro di J. Verne “Il giro del mondo in 80 giorni”, le classi II, III e IV della Selvaiezzi e IC e ID della scuola secondaria di primo grado Mezzanotte anno percorso un viaggio emozionale e informativo alla scoperta del valore della donazione, inteso a facilitare negli alunni l'apprendimento e la padronanza di strumenti creativi come la messa in scena di una storia reinventata a fini educativi e divulgati  con l’intento  di avvicinare  le persone del pubblico alla possibilità della  donazione  del midollo osseo.

Suggestiva è stata, subito dopo la rappresentazione musicale con i flauti nell’Aula Magna della "Mezzanotte" a Chieti Scalo, una estemporanea di pittura dove i bambini hanno rappresentato, attraverso dei dipinti, la donazione. Le maestre che hanno coordinato il progetto sono: Silvana Di Martino, Vanessa Mongiardo, Cristiana Franchi, Alessandra Michitti, Margherita D’Arcangelo, Virginia Angelucci, Stefania Greco, Annamaria Di Risio, Antonio Greco, Marilisa Palazzone, Mario Canci, Carla De Benedictis e Leda Nanni. Il referente del progetto per Admo Abruzzo è stato Pasquale Elia. “Il progetto - spiega Daniela Mascioli, presidente di Admo Abruzzo - ha avuto l'obiettivo di  trasmettere ai bambini e ai loro familiari il messaggio importante della donazione con un linguaggio musicale, figurativo e teatrale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il giro del mondo in 5 parole": l'Admo alla scuola Selvaiezzi

ChietiToday è in caricamento