Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Appalti ai Casalesi, arrestata l’ex direttrice del museo La Civitella

La soprintendente Adele Campanelli, ora direttrice del Parco archeologico dei Campi Flegrei a Napoli, è finita ai domiciliari nell'ambito di un'inchiesta della Dda

C’è anche l’ex direttrice del museo archeologico La Civitella, Adele Campanelli, fra i sessantanove arrestati dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’operazione della Dda di Napoli che ha fatto luce sulle irregolarità negli appalti di svariati Comuni partenopei. Campanelli, attuale soprintendente archeologica della Campania e direttrice del Parco archeologico dei Campi Flegrei è finita agli arresti domiciliari con l’accusa di turbativa d’asta.

Tutti gli indagati sono accusati, a vario titolo, di corruzione ed altre gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, talvolta anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di stampo camorristico. L'indagine è nata da un'inchiesta sul clan Zagaria, fazione dei Casalesi.Diciotto gli appalti al centro dell'inchiesta, tra cui lavori alla Mostra d'Oltremare di Napoli e in vari Comuni, opere per una scuola, per l'Azienda regionale diritto allo studio, per un impianto di cremazione al cimitero di Pompei e per il nuovo museo archeologico di Alife.

Campanelli, 64 anni, nel 2000 divenne direttrice del museo archeologico La Civitella, trainando il progetto di riqualificazione del complesso archeologico e la successiva nascita del polo culturale ricreativo con l’inaugurazione dello Stellario, la discoteca annessa al museo teatino. Incarico che condivise con l'architetto Finarelli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti ai Casalesi, arrestata l’ex direttrice del museo La Civitella

ChietiToday è in caricamento