Cronaca Ortona

Ortona: costruzione abusiva in località protetta, due denunciati

Un pontile di legno non ancora completato è stato sequestrato dal corpo forestale e dalla capitaneria all'Acquabella, riserva naturale regionale. Sarebbe stato usato come punto di ristoro. Indagini partite da una segnalazione anonima

Un pontile di legno abusivo ancora in costruzione  è stato sequestrato in località Acquabella, riserva naturale regionale dal 2007. Probabilmente sarebbe stato usato come piccolo punto di ristoro. Per questo due persone sono state segnalate all’autorità giudiziaria con le ipotesi di reato di deturpamento di bellezze naturali, occupazione abusiva di spazio demaniale e realizzazione abusiva di manufatti senza le autorizzazioni necessarie.

È l’ultimo atto in ordine di tempo di una serie di operazioni portate a termine dal corpo forestale dello Stato insieme alla capitaneria di porto. Negli ultimi anni sono stati molti i sequestri di costruzioni abusive sulla spiaggia della caletta Acquabella, adibite a ricovero di barche o ad attività ricreative.

Le indagini sono partite dopo una segnalazione anonima. I militari hanno scoperto che sulla spiaggia erano state realizzate diverse strutture di legno ed eternit e manufatti adibiti allo spostamento delle imbarcazioni dalla terra al mare e viceversa.

Punta dell’Acquabella, grazie alla considerevole valenza naturalistica del luogo, è, dal 2007 riserva naturale regionale, inserita nel sistema delle aree protette della Costa teatina. Oltre al vincolo paesaggistico ed idrogeologico, vige, pertanto, il divieto di qualsiasi trasformazione del suolo diversa dalla destinazione al verde. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ortona: costruzione abusiva in località protetta, due denunciati

ChietiToday è in caricamento