Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

"Acqua e beni comuni" dona pasta alle mense per i poveri

Il comitato sostiene il centro "Santa Luisa" e il "Madre Teresa di Calcutta" grazie ai fondi risparmiati durante la campagna referendaria. Donati 410 kg di pasta prodotta dalla cooperativa "Libera". Resta alta l'attenzione sui rincari delle bollette

Il comitato “Acqua e beni comuni” sceglie di aiutare le mense per i bisognosi della città. Grazie ai mille euro risparmiati durante la campagna per il referendum dello scorso giugno, infatti, il comitato ha acquistato 410 chilogrammi di pasta donati alla mensa “Santa Luisa”, gestito in centro dalle suore vincenziane, e alla “Madre Teresa di Calcutta” della Caritas, a Chieti Scalo.

Tutti i membri del comitato, decine di associazioni e centinaia di cittadini hanno approvato la scelta. Lo scopo è quello di aiutare i bisognosi e dare un aiuto “a chi opera nella legalità per la legalità”, un valore in linea con lo spirito di “Acqua e beni comuni”.

Un’esaltazione concreta della legalità: la pasta donata, infatti, viene dalla cooperativa “Libera terra contro le mafie”. Il grano con cui è prodotta viene coltivato sui terreni confiscati alla criminalità organizzata. In questo modo il comitato “intende ribadire  con forza – si legge in una nota - la richiesta di rispettare la democrazia e la legge insita nella campagna di obbedienza civile che il Forum dell’acqua è costretto a varare a livello nazionale per ottenere che non vengano disattese le prescrizioni referendarie”.

La scelta di usare il denaro risparmiato per comprare cibo per le mense nasce anche dalla consapevolezza che oggi la provincia di Chieti e l’Abruzzo soffrono più di altri territori la mancanza di lavoro. Un problema che ha aumentato il numero delle famiglie bisognose.

Il comitato precisa che è stato possibile risparmiare il denaro, frutto di donazioni di associazioni e privati cittadini, grazie all’impegno degli attivisti che non hanno preteso alcun rimborso per le spese sostenute a favore della campagna referendaria.

Sul fronte risorse idriche, il comitato “Acqua e beni comuni” fa sapere di aver chiesto lo scorso 11 gennaio un incontro urgente con il sindaco, Umberto Di Primio. Una richiesta che si è resa necessaria in seguito alla voce di un possibile aumento delle tariffe, che attualmente sono più basse di quelle applicate dall’Aca. Il comitato vorrebbe una posizione netta della giunta sulla questione, ma lamenta di non aver ricevuto finora alcuna risposta.

Abc Chieti dona pasta alle mense dei poveri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Acqua e beni comuni" dona pasta alle mense per i poveri

ChietiToday è in caricamento