rotate-mobile
Cronaca

I dubbi sull'Aca: sopralluogo del sindaco alle sorgenti del Comune

Il sindaco di Chieti intende verificare se l’Aca corrisponde al Comune di Chieti quanto dovutogli per l’acqua di proprietà: "Ho già dato mandato agli uffici comunali di verificare la possibilità di agire contro l’Azienda a tutela dei diritti dei cittadini”

Sopralluogo presso le sorgenti dell’Asinara, in Val di Foro e al serbatoio idrico a Fonte Tettone questa mattina da parte del sindaco Umberto Di Primio.

Accompagnato dai tecnici del Servizio Acquedotto, il primo cittadino ha voluto verificare di persona i lavori rientranti nel progetto finanziato dal Fondo Straordinario per l’Emergenza Idrica e rendersi anche conto della portata delle sorgenti idriche del Comune di Chieti.

“Ho intenzione di verificare se l’Aca corrisponde al Comune di Chieti quanto dovutogli per l’acqua di proprietà che viene immessa nelle loro condutture” spiega Di Primio “ Tutto questo anche in ragione de fatto che nella parte bassa della città paghiamo un servizio scadente, considerato che tutte le notti l’Aca riduce la portata idrica da 180 l/s a 35 l/s. Su quest’ultimo aspetto, in particolare, ho già dato mandato agli uffici comunali di verificare la possibilità di agire contro l’Azienda Comprensoriale Acquedottistica a tutela dei diritti dei cittadini”.

I lavori alle sorgenti idriche consistono nel ripristino della facciata esterna del serbatoio di Tettone Alta e nella sostituzione della condotta idrica alimentata dalla Sorgente Asinara nel tratto che va dalla Valle degli Angeli (parte alta Val di Foro) fino a località Calvario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dubbi sull'Aca: sopralluogo del sindaco alle sorgenti del Comune

ChietiToday è in caricamento