menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusi sessuali nei confronti di una studentessa: condannato universitario

Un anno e sei mesi a uno studente universitario teatino per avances troppo spinte nei confronti di una coetanea all'università

Il giudice del tribunale di Chieti ha condannato a un anno e sei mesi, pena sospesa, uno studente universitario teatino di 25 anni accusato di aver abusato sessualmente di una coetanea.

I fatti contestati risalgono all'anno scorso, quando lo studente si era reso protagonista di avances troppo spinte nei confronti della collega universitaria arrivando a palpeggiarla ripetutamente e a baciarla, nonostante i continui rifiuti da parte di quest'ultima.

AVANCES TROPPO SPINTE: UNIVERSITARIO AI DOMICILIARI

Con l'accusa di violenza sessuale, il giovane a maggio del 2017 era finito agli arresti domiciliari per cinque mesi.

Lo studente, che continua a frequentare l'università d'Annunzio, dopo l'arresto ha perso la borsa di studio. Il suo avvocato ha annunciato ricorso in appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento