menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abruzzo terra di libertà: gli studenti protagonisti delle celebrazioni per il 25 aprile

Chieti nuova 3 febbraio organizza al convitto Vico una cerimonia con i ragazzi delle scuole e gli autori del volume "Terra di Libertà - Storie di uomini e donne nell’Abruzzo della seconda guerra mondiale”

Sono gli studenti i protagonisti delle celebrazioni per la festa della Liberazione organizzate dall’associazione Chieti Nuova 3 febbraio, in collaborazione con Unitre-Chieti, per giovedì 19 aprile. 

In occasione del 73esimo anniversario della liberazione dell’Italia dal nazifascismo, nell’ambito della 18esima edizione del progetto “Il calendario della Repubblica - il dovere della Memoria”, nella sala Manzini del liceo classico Vico, dalle 18, c’è la manifestazione "Abruzzo terra di libertà", con gli allievi del liceo, dell’istituto tecnico Galiani-De Sterlich, dell’istituto Luigi di Savoia e del professionale Pomilio. 

La manifestazione si apre con la lettura delle lettere aperte sulla Libertà, scritte dagli studenti delle scuole partecipanti. Sono previsti gli interventi di Maria Rosaria La Morgia, giornalista e di Mario Setta, docente di storia e filosofia, autori del libro "Terra di Libertà - Storie di uomini e donne nell’Abruzzo della seconda guerra mondiale”, responsabili dell'associazione "Sentiero della Libertà" e promotori della marcia internazionale che, ogni anno, dal 2001, porta giovani e meno giovani, donne e uomini, a ripercorrere la via di fuga da Sulmona a Casoli, che, dopo l’8 settembre del 1943, percorsero migliaia di prigionieri alleati, partigiani e antifascisti, militari italiani che volevano raggiungere l’ottava armata inglese. La voce recitante è dell’attrice Francesca Camilla D’Amico.

Con il progetto “Il Calendario della Repubblica- Il Dovere della Memoria”, da anni, l’associazione Chieti Nuova 3 febbraio articola un percorso che permetta di contribuire non soltanto a ricordare i singoli eventi passati (27 gennaio, 25  aprile, 1 maggio, 2 giugno, date di avvenimenti fondamentali per la nascita della Repubblica italiana), ma soprattutto a rendere consapevoli dei nessi tra presente, passato, futuro per la costruzione della Memoria collettiva, “antidoto indispensabile contro i fantasmi del passato” (Sergio Mattarella). 

Nelle loro relazioni, Maria Rosaria La Morgia e Mario Setta presenteranno 

storie di uomini e donne che hanno lasciato impronte indelebili sulla terra d’Abruzzo. Terra di libertà, perché aspirazione e traguardo di ogni protagonista, in un tempo in cui la libertà era perseguitata, martoriata, assassinata. E’ stato giustamente detto che perdere la libertà è una cosa terribile, ma perdere il concetto di libertà è ancora peggio. Pertanto, per conservare e tenere alto il concetto di libertà abbiamo pensato di raccogliere idee e testimonianze di vita di tante persone, famose  o sconosciute, italiani e stranieri, che hanno lottato, sofferto e dato la vita per la libertà di tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento