menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Salara diventa una discarica a cielo aperto: individuati i responsabili

L'esito dell'indagine sarà comunicata all'autorità competente, che procederà secondo quanto previsto dalla legge. Intanto arrivano le fototrappole

Era diventata una discarica a cielo aperto, a causa dell'abbandono incontrollato di rifiuti di ogni genere, da mani incivili che avevano reso via Salara. a San Giovanni Teatino, invivibile. Così, questa mattina, una task force coordinata dall'assessore Roberto Ferraioli, d'intesa con il presidente di San Giovanni Servizi Alessandro Feragalli, è intervenuta non solo per ripulire e restituire decoro al tratto di strada inquinato, ma anche per cercare di individuare i responsabili che hanno gettato sull'asfalto umido e scarti di cibo, calcinacci, scarpe, materiale edile, scatole di pomodoro, una sedia, inerti, addirittura la tazza di un water e altro ancora.

"Quanto accaduto in via Salara - commenta il sindaco Luciano Marinucci - purtroppo accade in diverse zone del territorio sangiovannese ed è inaccettabile, non solo perché deturpa e degrada l’immagine della nostra città, ma perché crea un danno economico che si ripercuote sulle tasche dei cittadini costretti a pagare il costo dello smaltimento di questi rifiuti. Stiamo vigilando e operando affinché episodi del genere non si verifichino più e i responsabili vengano puniti".

"Ci sono alcune zone del nostro territorio comunale - dichiara l’assessore Roberto Ferrioli  - prese di mira e sporcate da incivili. Persone che per pura pigrizia e assoluta mancanza di rispetto per se stessi, lasciano ogni genere di materiale, creando delle discariche a cielo aperto. Questa mattina con gli operatori della SGS abbiamo fatto un intervento straordinario per ripulire l'area. È doloroso vedere che nonostante tutti i servizi che abbiamo messo a disposizione dei cittadini ci sia qualcuno che imperterrito prosegue nel trattare il territorio in questo modo inaudito".

"Stavolta non ci fermiamo qui - assicura Ferraioli - perché, grazie all'intervento degli agenti di polizia locale, abbiamo effettuato un controllo specifico nel materiale abbandonato per individuarne la provenienza. Abbiamo così potuto dare un'identità  a chi viene a scaricare rifiuti sul nostro territorio. L'esito dell'indagine sarà comunicata all'autorità competente".

"I controlli congiunti di Sgs e Polizia Locale - annuncia Ferraioli - saranno intensificati, presto anche con l’ausilio delle foto-trappole, finchè gli incivili responsabili di abbandoni non imparino a rispettare le regole di corretto conferimento".

Sgs ricorda il servizio gratuito di ritiro degli ingombranti a domicilio. Per usufruirne, è necessario prendere un appuntamento telefonico contattando il numero 085.4465733 o numero verde 800566120.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento