Cronaca Fossacesia

Reperti archeologici a San Giovanni in Venere, Sisti chiede nuovi scavi

Il consigliere del Pdl presenta un ordine del giorno alla Giunta perché chieda al governo e ai ministeri competenti un cospicuo finanziamento per studiare l'area dell'abbazia ricca di resti storici e istituire un polo museale

Dopo i nuovi ritrovamenti archeologici dei giorni scorsi, è necessario un finanziamento per scavi archeologici nell’area dell’abbazia di San Giovanni in Venere, a Fossacesia. Lo chiede il consigliere provinciale Paolo Sisti (Pdl) in un ordine del giorno presentato al presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio, e alla giunta. Sisti chiede all’ente di avanzare una richiesta formale al governo e ai ministri dell’Interno e dei Beni culturali.

“I reperti ritrovati intorno all’abbazia nel corso degli anni – dice il consigliere – testimoniano che la zona fu abitata fin dall’età antica: prima vi fu una necropoli italica, poi vi sorse un tempio dedicato a Venere, quindi una chiesetta paleocristiana e infine, intorno all’anno Mille, le prime strutture dell’abbazia. Nei giorni scorsi, durante i lavori di rifacimento idraulico, sono stati rinvenuti altri reperti archeologici”. 

In particolare, sul retro sono stati trovati cinque basamenti di colonne in pietra e tre muri, che costituivano un porticato laterale di un tempio romano. All’interno sono emerse ceramiche risalenti al Dodicesimo-Tredicesimo secolo, due tombe a cappuccina e una incisione sul muro esterno del chiostro del convento con la scritta “Hic vitae laboravimus feliciter” (In questa vita abbiamo lavorato felicemente).

Secondo gli archeologici la zona dell’abbazia di San Giovanni in Venere non è ancora stata studiata a sufficienza. Per questo, secondo Paolo Sisti “è necessario un cospicuo finanziamento per scoprire, valorizzare e tutelare l’area, che costituisce un sito di notevole valenza storica, culturale e religiosa della provincia. L’obiettivo deve essere quello di istituire il polo museale di San Giovanni in Venere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reperti archeologici a San Giovanni in Venere, Sisti chiede nuovi scavi

ChietiToday è in caricamento