menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia Francavilla, il cordoglio di Luciani: "Non potrò più passare sotto quel cavalcavia"

Il Sindaco di Francavilla al Mare, Antonio Luciani, commenta quanto accaduto ieri in Contrada Valle Merli, esprimendo tutto il proprio dolore.

"Quello che è successo lo sapete tutti. Due donne innocenti, di cui una bimba, ed un uomo sono morti, incredibile epilogo di una tragedia familiare partita forse ben prima di oggi. Il lavoro di indagine lo fanno gli inquirenti, anche se giustizia non c'è. Io posso solo raccontarvi quello che ho visto e quello che ho provato da quando, alle 13.30, il mio telefono è squillato. Sono arrivato sul posto, i soccorritori erano già tutti lì ma nessuno poteva avvicinare la bambina, il cui corpo era già riverso a terra da un po' dopo una caduta di 40 metri da un cavalcavia. Polizia, carabinieri, polizia locale, 118, vigili del fuoco. Erano tutti lì, quasi impotenti perché a chiunque facesse per avvicinarsi al corpo della bambina quell'uomo minacciava di buttarsi giù. Così è stato per sei ore. Nel frattempo, l'arrivo del sostituto procuratore, del medico legale, di altre forze di polizia. Le telefonate dei giornalisti, quelle dei curiosi. Le immagini che arrivano dall'altra parte della vallata. Alle 20, l'epilogo. Anche l'uomo che aveva provocato tutto questo ha deciso di mollare la presa e di lasciarsi andare, in un tonfo sordo, a terra poco distante dalla figlioletta".

Il pensiero del Sindaco è andato subito alla piccola Ludovica, morta ad appena 10 anni.

"È difficile descrivere il sentimento che proviamo in questo momento come comunità - aggiunge Luciani - Al grande senso di rabbia delle prime ore, al dolore per la morte di due donne innocenti, si aggiunge una struggente sensazione di impotenza davanti ad una tragedia familiare incredibile. Francavilla è in lutto e si stringe ai famigliari, vittime di questa immane tragedia, della quale ho seguito sin dall'allarme ai soccorsi gli sviluppi. Lei era bella, lei era dolce, lei era innocente. Questo ho pensato guardando quel piccolo corpo senza vita. Non potrò più passare sotto quel cavalcavia senza pensare a lei. Nessuna giustizia oggi, solo lacrime e silenzio. Il resto è sciacallaggio e va sempre condannato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento