rotate-mobile
Cronaca Miglianico

A Miglianico si lavora per restituire la corrente a 800 famiglie

C'è un centro di accoglienza nella sala civica, per dare alle persone la possibilità di stare in compagnia in un luogo confortevole, ricaricare un cellulare e bere qualcosa di caldo. Il Comune è a disposizione per portare beni di prima necessità e farmaci urgenti e salvavita

Amministratori comunali e volontari al lavoro, a Miglianico, insieme alle squadre dell'Enel, per individuare e risolvere i guasti alle linee elettriche nel comune, dove ancora buona parte del territorio è priva di corrente. Secondo l'ultimo dato fornito dall'Enel, le utenze non alimentate sono al momenot 844.

Sin dai primi momenti, in municipio è stato attivato un centro operativo comunale, che ha consentito da subito una gestione coordinata degli interventi. “Le squadre comunali - riferisce il sindaco, Fabio Adezio - continuano a setacciare tutto il territorio, strada per strada, palo per palo, individuando e segnalando in maniera puntuale le linee danneggiate ai tecnici Enel e fornendo a questi ultimi tutto il supporto necessario, sgombrando la neve, tagliando e rimuovendo rami di alberi, aprendo percorsi nel fango, in condizioni molto difficili, in alcuni casi drammatiche: è un lavoro complesso, pericoloso e molto lungo”.

Nella serata di ieri (mercoledì 18 gennaio) è stato finalmente riattivato con la corrente diretta il centro urbano del paese, precedentemente già rialimentato con un gruppo elettrogeno. Al momento la rete elettrica risulta maggiormente danneggiata nella frazione di Montupoli, dove solo una parte delle utenze risulta alimentata grazie all’installazione di un generatore in funzione da mercoledì scorso. Si sta lavorando alacremente per posizionare un altro generatore al fine di alimentare altre zone della contrada. Ieri sera è stata ripristinata parzialmente la corrente in località Foreste. Nella zona industriale l'Enel ha già effettuato i sopralluoghi che hanno evidenziato gravi danni in località Cagialone, dove sta per iniziare l’intervento per il ripristino della rete.

“Abbiamo chiesto ulteriori gruppi elettrogeni all'Enel - spiega il sindaco - per gestire al meglio l'emergenza. Le priorità dei ripristini sono gestite direttamente dal personale Enel: si parte ovviamente dalle criticità più estese e, man mano, si interviene sui singoli casi. Non nascondo la mia preoccupazione e mi sento di dare ai cittadini i seguenti consigli: chi può si trasferisca da amici o parenti che hanno la corrente; chi ha energia elettrica non ne abusi e ne usi il minimo indispensabile. In collaborazione con la Caritas e l'Azione Cattolica abbiamo aperto un centro di accoglienza nella sala civica, per dare alle persone la possibilità di stare in compagnia in un luogo confortevole, ricaricare un cellulare e bere qualcosa di caldo. Restiamo inoltre a disposizione per portare beni di prima necessità e farmaci urgenti e salvavita nelle zone prive di corrente e a tal fine abbiamo attivato un numero per le emergenze”.

Ieri nel territorio comunale ci sono stati diversi allagamenti: a causa delle copiose piogge e dello scioglimento della neve accumulata nei giorni precedenti, i torrenti Venna, Dendalo e Foro sono straripati in alcuni punti. “Stiamo gestendo l'emergenza con l'orgoglio che contraddistingue noi miglianichesi -  conclude il sindaco Adezio - Voglio ringraziare tutti coloro che stanno lavorando senza dormire, in condizioni estreme, per risolvere i problemi di tutti i cittadini. Mi auguro che prevalga in tutti il senso di responsabilità e di collaborazione. Per quanto ci riguarda, siamo tutti al lavoro, con i piedi nel fango e accogliamo l'aiuto di tutti. Il nostro gruppo consiliare è sempre presente in municipio e a disposizione per ogni evenienza”.

Miglianico al lavoro per ridare corrente a 800 famiglie (19 gennaio 2017

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Miglianico si lavora per restituire la corrente a 800 famiglie

ChietiToday è in caricamento