Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Ombrina Mare: anche 5euronetti partecipa alla manifestazione per dire No

Il coordinamento dei precari dell’informazione abruzzese partecipa sabato alla manifestazione a Pescara: “La nostra condizione di precari non ci impedisce di guardare con preoccupazione a quanto avviene fuori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Anche il coordinamento dei precari dell’informazione abruzzese Cinqueuronetti si mobilita contro Ombrina Mare e la deriva petrolifera in Abruzzo. Sabato 13 aprile la rete partecipa alla manifestazione a Pescara accanto alle associazioni, ai partiti e a tutti i cittadini che hanno a cuore l’Abruzzo regione verde d’Europa.

“La nostra condizione di precari non ci impedisce di guardare con preoccupazione a quanto avviene fuori dalle nostre pseudoredazioni – spiegano dal coordinamento - e di porci, se necessario, in prima fila nella difesa del territorio. Siamo vicini alle istanze di salvaguardia della nostra regione, a partire dalla Costa dei Trabocchi, al largo della quale a breve potrebbe sorgere la piattaforma petrolifera galleggiante della Medoilgas”.

E aggiungono: “Pur garantendo un’informazione imparziale in questo senso sulle testate per le quali collaboriamo, non nascondiamo una certa apprensione verso scelte prettamente industriali le quali, mettendo in primo piano la petrolizzazione e la cementificazione, rischiano di mortificare la morfologia della costa abruzzese nonché le realtà produttive e turistiche presenti”.

Cinqueronetti si inserisce nel dibattito petrolifero in corso appoggiando un modello di sviluppo fortemente votato alla sostenibilità, “l’unico concepibile in una regione come l’Abruzzo - dicono ancora i giornalisti del gruppo – promuovendo altresì posti di lavoro, ma sempre nel rispetto delle peculiarità della regione nella quale, tra mille difficoltà che ci accomunano a tanti altri lavoratori precari, abbiamo scelto di restare”.

Il corteo No Ombrina Sì Parco partirà sabato pomeriggio dall’area Madonnina a Pescara - con raduno alle 15,30 - attraverserà il lungofiume Nord, Piazza Italia, corso Vittorio Emanuele II e corso Umberto per poi confluire in Piazza Salotto dove è previsto un comizio finale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ombrina Mare: anche 5euronetti partecipa alla manifestazione per dire No

ChietiToday è in caricamento