Cronaca Vasto

Vasto: 5000 firme contro la centrale a biomasse di Punta Penna

Il Comitato cittadino per la tutela del territorio le consegnerà al Comune per la campagna di sensibilizzazione e azione di contrasto civico ai progetti di nuovi insediamenti con impatto ambientale nell'area industriale di Punta Penna

Raccolte in poco più di un mese 4.896 firme contro la centrale a biomasse di Punta Penna.

Il Comitato cittadino per la tutela del territorio le consegnerà al Comune di Vasto per la campagna di sensibilizzazione e azione di contrasto civico ai progetti di nuovi insediamenti con impatto ambientale nell'area industriale a ridosso della riserva naturale di Punta Aderci.

"Presentando queste firme sappiamo di rappresentare non solo ciascuno dei quasi 5.000 firmatari - hanno commentato gli attivisti del sodalizio in conferenza stampa - ma virtualmente la totalità dei vastesi e di quanti, con loro, amano quei luoghi". Il Comitato fa sapere che nello stesso senso della petizione si sono espressi anche quasi tutti i gruppi politici in Consiglio comunale, sia di maggioranza (Idv, Rc, Sel) sia di opposizione (Udc, Pdl, Ppv, Apv, e Vg) e chiede alle forze politiche di trovare un accordo per approvare una risoluzione che impegni il sindaco a richiedere la revoca dell'autorizzazione regionale per la centrale a biomasse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: 5000 firme contro la centrale a biomasse di Punta Penna

ChietiToday è in caricamento