rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

45mila utenze nel chietino passeranno la notte senza corrente elettrica e a Rapino manca l'acqua

Più colpiti i comuni di Chieti, Miglianico, Vasto, Monteodorisio, Cupello, Pollutri, Casalbordino, Ripa Teatina, Fossacesia, Bucchianico, Rocca San Giovanni, Scerni, Crecchio, Lanciano, Tollo, Francavilla a Mare, Torrevecchia Teatina, Fara Filiorum Petri e Villamagna

Si è dimezzato il numero delle utenze rimaste senza corrente elettrica in Abruzzo, che nel primo pomeriggio di oggi (lunedì 16 gennaio) erano 90mila. L'emergenza è rientrata a Lanciano, in alcune zone di Chieti e in altre località del frentano. Tuttavia, migliaia di persone devono rassegnarsi a trascorrere la notte al buio: E-distribuzione, infatti fa sapere che entro la tarda serata verranno ripristinate ulteriori 3mila utenze, mentre si continuerà a lavorare tutta la notte e domani per le restanti 45 mila, concentrate soprattutto nei comuni di Chieti, Miglianico, Vasto, Monteodorisio, Cupello, Pollutri, Casalbordino, Ripa Teatina, Fossacesia, Bucchianico, Rocca San Giovanni, Scerni, Crecchio, Lanciano, Tollo, Francavilla a Mare, Torrevecchia Teatina, Fara Filiorum Petri e Villamagna. 

Al momento stanno lavorando circa 300 persone, con 150 gruppi elettrogeni e 50 mezzi speciali. Fortunatamente, il ripristino dell’alimentazione della rete di Alta Tensione, non gestita quindi da E-distribuzione, ha consentito di ridurre il numero di utenze disalimentate a circa 55mila, fra cui circa 25mila sono dovute a problematiche relative alla rete di Alta Tensione che comportano il fuori servizio delle cabine primarie di Miglianico ed Ortona che interessano la Provincia di Chieti. E-distribuzione lavora in coordinamento con le Amministrazioni Locali e la Protezione Civile per il dispiegamento di gruppi elettrogeni. 

Nel chietino, la lunga giornata di oggi è stata caratterizzata anche dalla mancanza di acqua: sono circa 2mila le persone, tra le province di Chieti e Pescara, rimaste oggi con i rubinetti a secco. Le stime sono dell'Azienda comprensoriale acquedottistica (Aca). Per i tecnici è impossibile intervenire sui guasti a causa della neve e della viabilità in tilt. Problemi si riscontrano in particolare a Rapino dove, a causa del fermo dell'impianto di pompaggio di Pretoro per il blackout elettrico, i serbatoi probabilmente si svuoteranno, con carenza idrica su tutto il territorio comunale. Situazione analoga a Ripa Teatina per un blackout all'impianto di pompaggio Santo Stefano. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

45mila utenze nel chietino passeranno la notte senza corrente elettrica e a Rapino manca l'acqua

ChietiToday è in caricamento