menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sambuceto, 2 milioni dalla Regione per la chiesa di San Rocco

L'annuncio: presto ripartiranno i lavori di realizzazione del complesso parrocchiale. Marinucci: "La chiesa di Botta non resterà un'incompiuta"

Dopo quasi tre anni di fermo starebbero per ripartire i lavori di realizzazione del complesso parrocchiale di San Rocco, a San Giovanni Teatino. Dalla Regione sono in arrivo 3,4 milioni di euro (finanziamento del PAR FSC 2007-2013) per  "il ripristino naturalistico/paesaggistico degli ambiti degradati e vulnerabili" della città e, in gran parte, per la realizzazione del complesso parrocchiale San Rocco, progettato dal noto architetto svizzero Mario Botta.

1.400.000 euro sono stati assegnati al Comune di San Giovanni Teatino quale soggetto attuatore del Nuovo Centro Urbano di Sambuceto, per realizzare la nuova piazza, i parcheggi e il verde dopo la demolizione della vecchia chiesa, del campanile pericolante e di altre strutture inagibili. Opere già realizzate, nell'ambito del progetto di Botta, e rendicontate dagli uffici del Comune lo scorso dicembre 2015. "La Regione ci ha comunicato che entro la prossima primavera - annuncia il sindaco Marinucci - la somma ci sarà liquidata. 1,4 milioni che noi abbiamo già speso nel contesto della Valorizzazione turistica, paesaggistica identitaria del complesso culturale, religioso e metropolitano di San Rocco in San Giovanni Teatino. Oggi Sambuceto ha un centro nuovo, vivibile  e ordinato. Un luogo di aggregazione che si integrerà perfettamente con il complesso parrocchiale e la nuova chiesa di San Rocco".

2.000.000 euro sono stati assegnati alla Parrocchia di San Rocco a San Giovanni Teatino, quale soggetto attuatore, nell'ambito della stessa linea di intervento, della realizzazione della nuova chiesa e delle strutture annesse. Soddisfatto il sindaco: "Dopo quasi tre anni di fermo, la parrocchia oggi può far ripartire i lavori. Ora ho la certezza che non sarà una cattedrale nel deserto, tantomeno un'incompiuta.  La Regione è pronta ad erogare la somma messa a disposizione nel dicembre 2014 accogliendo la richiesta di finanziamento. Presto ci sarà un Nuovo Centro Urbano, luogo che identifica comunità di San Giovanni Teatino e punto di attrazione per chi viene qui da noi".


     


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento