Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

19 case popolari occupate abusivamente, El Zohbi dice ai cittadini di denunciare

Gli appartamenti liberi per essere assegnati alle famiglie nella graduatoria del 2009 sono nuovamente abitati da abusivi e il consigliere di opposizione punta il dito contro la "task force", dell'ufficio Politiche della casa

Sono stati tutti occupati da abusivi i 19 appartamenti destinati all’emergenza abitativa, liberi dallo scorso dicembre. La denuncia arriva da Bassam El Zohbi, capogruppo consiliare Idv, all’indomani della nomina del consigliere Maurzio Costa in supplenza dell’assessore alle Politiche della casa Dario Marrocco. E lo stesso consigliere di opposizione consiglia ai cittadini rimasti indebitamente fuori dalle graduatorie di denunciare alle autorità qualsiasi presunta violazione dei propri diritti.

Quegli appartamenti, come previsto da una delibera di consiglio comunale approvata il 17 dicembre, dovevano essere assegnati alle famiglie in graduatoria del bando generale 2009 e del bando della mobilità.

El Zohbi punta il dito soprattutto contro la “task force”, guidata dal dirigente Francesco Palumbo e da due funzionari. E critica il fatto  che solo l’assessore riceva le famiglie bisognose, ma non il dirigente o i due funzionari, “voluti – spiega – dal segretario generale del Comune Celestina Labbadia”. “Perché la task force – incalza - è totalmente assente dagli uffici Politiche per la casa, nonostante i chiari compiti assegnatigli dal segretario generale in soccorso dell’assessore Marrocco? Perché non sono ancora stati sbloccati i fondi per l’emergenza abitativa fermi dal marzo 2014 come da delibera 2036 del 17 dicembre 2014?”.

Come già fatto nelle scorse settimane, El Zohbi chiede chiarimenti sulla “seconda ed illegittima graduatoria provvisoria per l’emergenza abitativa”, da cui sarebbero state escluse 50 famiglie in gravi difficoltà economiche. E ancora: “Perché non vengono valutate le altre 150 domande per l’emergenza abitativa ferme sui tavoli dell’ufficio Politiche per la casa dall’aprile 2014?”.

Per lui il nuovo regolamento per l’erogazione del Fondo di emergenza abitativa e quello per l’assegnazione di case Erp e parcheggio all’emergenza abitativa, dovrebbero essere portati all’attenzione del consiglio comunale.

Ai concittadini che sarebbero stati danneggiati da questa situazione, il consigliere dice: “L’unico modo per tutelarvi e fermare questa assurda inerzia è quello di denunciare direttamente alle autorità ogni atto che possa rappresentare una omissione o violazione dei vostri diritti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

19 case popolari occupate abusivamente, El Zohbi dice ai cittadini di denunciare

ChietiToday è in caricamento