Mercoledì, 29 Settembre 2021
ChietiToday

Contrasto alla movida violenta: "Daspo Willy" a un 31enne teatino per violenza contro gestori di esercizi pubblici

Prosegue l’attività di ripristino della legalità mediante l’adozione del Daspo urbano. Si tratta del secondo provvedimento adottato a Chieti

Si torna a parlare di movida violenta. Nei confronti di un 31enne teatino responsabile di gravi episodi di violenza ai danni di gestori di esercizi pubblici di Chieti è stato emesso un Daspo urbano conosciuto anche come "Daspo Willy".

L'uomo, un soggetto non nuovi a tali comportamenti pericolosi come stabilito dal questore al termine di un’accurata istruttoria svolta dalla divisione polizia anticrimine, su proposta dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della questura, non potrà accedere negli esercizi pubblici e nei locali di pubblico intrattenimento di tutta la provincia per 1 anno.

Si tratta del secondo provvedimento di questo tipo adottato a Chieti. Nel primo caso si trattava di un 37enne resosi responsabile di aggressione ai danni di alcune persone, tra cui un gestore di un bar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrasto alla movida violenta: "Daspo Willy" a un 31enne teatino per violenza contro gestori di esercizi pubblici

ChietiToday è in caricamento