rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Utenze

Fotovoltaico da balcone: tutto quello che bisogna sapere

Il fotovoltaico da balcone è, in effetti, una buona alternativa a chi ha un’abitazione in cui non è presente un impianto sul tetto

Negli ultimi mesi, complici gli aumenti di luce e gas, si è parlato molto dell’impianto fotovoltaico da balcone. Ma in effetti che cos’è? E, inoltre, è davvero utile e in grado di farci risparmiare sul costo delle bollette?

Il fotovoltaico da balcone è, in effetti, una buona alternativa a chi ha un’abitazione in cui non è presente un impianto sul tetto. In questo modo ogni privato potrà adottare una soluzione per risparmiare. Tuttavia è necessario richiedere delle autorizzazioni per poterlo installare.

Documenti e autorizzazioni

Per installare l’impianto a base di cellule fotovoltaiche bifacciali è necessario presentare dei documenti. Nel caso in cui il limite di potenza è sotto gli 800 Watt servono:

  • Comunicazione Unica dall’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) al distributore di zona con Delibera n.315/2020/R/eel se l’impianto è inferiore a 800 Watt
  • Comunicazione preventiva all’amministratore di condominio
  • Autorizzazione dell’assemblea dei condomini che approva l’installazione dei pannelli sulla facciata dell’edificio
  • Autorizzazione del comune di appartenenza se si abita in un appartamento legato a vincoli paesaggistici

Caratteristiche dei pannelli fotovoltaici da balcone

I pannelli solari plug & play, secondo quanto stabilito dall’Arera, devono avere una potenza attiva nominale inferiore o uguale a 350 W. Devono essere collegati a un presa dedicata, senza dimenticare il contatore bidirezionale in casa. Lo scopo di quest’ultimo è quello di calcolare i consumi e la produzione di energia. È necessario uno spazio apposito per la batteria per l’accumulo di energia.

Solitamente un pannello fotovoltaico da balcone da circa 300 Wp (Watt di picco), non supera i due metri di larghezza, ha uno spessore di 40 mm e il peso si aggira sui 20 kg.

Risparmio e costi  

Un impianto formato da pannelli standard può produrre circa 400 kWh all’anno che comportano un risparmio del 10/15% in bolletta. Un solo pannello non copre il fabbisogno di una famiglia, ma se si mette in connessione con altri sistemi il risparmio può aumentare.

Se si installano 3 pannelli da 340 Wp si può produrre fino a 1500 kWh in un anno che corrispondono a circa 300 euro l’anno in meno.

I costi dell’installazione di un pannello fotovoltaico non sono alti, circa 600-800 euro. Se si tratta di un sistema con accumulo, i costi aumentano leggermente ma assicurano anche una maggiore autonomia.

Incentivi

È possibile usufruire di detrazioni fiscali ottenendo un rimborso del 50% sulla spesa totale dilazionata nel corso di 5 anni con una rata fissa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotovoltaico da balcone: tutto quello che bisogna sapere

ChietiToday è in caricamento