rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Utenze

Accensione termosifoni 2022: cosa cambia quest’anno a Chieti?

Rispetto allo scorso anno, la data di inizio slitterà di una settimana e il totale delle ore di accensione quotidiane si è ridotto di 60 minuti

La crisi energetica sta incidendo fortemente sulle tasche degli italiani e anche l’accensione dei termosifoni per l’inverno 2022-2023 subirà delle variazioni. Si discute, infatti, sia sulla data di accensione che di spegnimento ma anche sul numero di ore di funzionamento e sulla temperatura. Regole che valgono per i riscaldamenti centralizzati, ma che si imporranno anche a quelli autonomi. Inoltre si applicheranno alle abitazioni così come ai negozi e agli uffici. Per il momento esiste un calendario di accensione dei riscaldamenti 2022-2023, che, come sempre, si differenzia per zone climatiche. Chieti si trova nella zona D.

In questa fascia la data di accensione prevista è l’8 novembre mentre quella di spegnimento è fissata al 7 aprile. I termosifoni potranno funzionare per 11 ore al giorno, al massimo. Rispetto allo scorso anno, la data di inizio slitterà di una settimana e il totale delle ore di accensione quotidiane si è ridotto di 60 minuti.

Queste regole si applicano all’intera zona D, nella quale – oltre Chieti – rientrano le province di Avellino, Ancona, Ascoli Piceno, Caltanissetta, Forlì, Firenze, Genova, Grosseto, Isernia, Livorno e Lucca. Comprende inoltre Macerata, Massa Carrara, Foggia, Matera, Nuoro, Pesaro, Pisa, Pistoia, Prato, Pescara, Roma, Siena, Terni, Teramo, Vibo Valentia e Viterbo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accensione termosifoni 2022: cosa cambia quest’anno a Chieti?

ChietiToday è in caricamento