rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Sicurezza

Pulizie di primavera: come organizzarle per non affaticarsi troppo

Procedere con ordine

È arrivato quel momento dell’anno in cui si pensa alle pulizie di primavera. Coincide con il cambio di stagione dell’armadio e con l’arrivo della stagione più calda. Un modo utile per rinfrescare ogni stanza, rinnovare arredi e accessori e per dare un nuovo look alla propria dimora. Ma come organizzare le famigerate pulizie di primavera senza affaticarsi troppo?

Tempistiche e priorità

A meno che non siete ossessionate dalle pulizie, è utile studiare un piano d’attacco definendo innanzitutto tempistiche e priorità. Conviene procedere una stanza per volta, magari dividere i compiti con gli altri membri della famiglia e completare una camera entro la fine della giornata. Non lasciate mai niente in sospeso.

Stabilire una tempistica, secondo la quale sarà possibile terminare un ambiente in un determinato periodo, sarà fondamentale per non lasciarsi niente indietro.

I prodotti da usare

Quando si effettuano delle pulizie approfondite, è necessario avere a disposizione prodotti ed elettrodomestici utili allo scopo. Aspirapolvere, lavapavimenti e prodotti per l’igiene, anche naturali, saranno essenziali per una buona riuscita.

Pulizie di primavera in cucina

Iniziamo dalla cucina, l’ambiente in cui si deposita più sporco quotidianamente ma è anche l’ambiente che si pulisce più di frequente. Laviamo i tessuti, a cominciare dalle tende, e laviamo i vetri possibilmente senza mai avere il sole diretto, evitando in questo modo gli aloni.

Con un panno umido lavare infissi, profili e guarnizioni, spesso sporchi di polveri esterne e smog.

Svuotare i pensili e con un panno umido pulirli accuratamente eliminando lo sporco e residui di cibo. Prima di rimettere gli alimenti a posto, controllare le scadenze e che non siano andati a male.

Pulire poi frigorifero, piano cottura e forno con una miscela di acqua calda, bicarbonato o aceto.

Come pulire approfonditamente il bagno

È necessario lavare sempre prima i tessuti (tappeti e tende), i vetri e gli specchi, svuotare poi tutti i ripiani dei mobili e i cassetti e detergere le superfici. Le piastrelle sono fondamentali, quindi usare un panno umido con anticalcare e poi asciugare.

Pulizie in soggiorno

Dopo lo step dei tessuti, passiamo ai mobili e agli scaffali, come la libreria. Questi andranno svuotati, puliti e rimessi in ordine. Anche i libri andranno spolverati.

Il divano conviene sfoderarlo e lavarlo in lavatrice, mentre con l’aspirapolvere elimineremo i residui depositati. Se il divano non è sfoderabile, usare la scopa a vapore o procedere con la pulizia a secco, quindi spargere il bicarbonato sulla superficie, lasciarlo agire per un paio di ore e poi rimuoverlo con l‘aspirapolvere.

Andranno poi spolverati caloriferi, quadri e lampade prima di terminare con il lavaggio del pavimento.

Pulizie in camera da letto

Anche la camera da letto richiede pulizie approfondite. Prima le finestre e poi gli armadi. Approfittate per fare decluttering e togliere via ciò che non serve più. Poi pulire i materassi e infine spolverare i mobili e lavare a terra.

Prodotti online

Aspirapolvere a traino senza sacco

Scopa a vapore

Lavapavimenti

Aspirapolvere materasso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulizie di primavera: come organizzarle per non affaticarsi troppo

ChietiToday è in caricamento