rotate-mobile
Sicurezza

Grondaie: come sceglierle e cosa sapere

Essenziali per ogni abitazione

Spesso sottovalutate, le grondaie giocano un ruolo fondamentale in inverno e quando piove, perché indirizzano l’acqua piovana nei punti di raccolta per prevenire perdite e umidità. La funzione è quella di evitare che l’acqua sia trattenuta dalle fondamenta.

Tuttavia esistono diversi tipi di grondaie, realizzate con materiali differenti.

Modelli di grondaie

Innanzitutto le grondaie si differenziano per la forma:

  • grondaie ondulate
  • grondaie quadrate
  • grondaie tonde
  • grondaie semitonde

Ci sono poi ulteriori elementi di cui tenere conto:

  • grondaie aperte, disposte in orizzontale raccolgono l’acqua e la incanalano verso i discendenti
  • tubi di scarico, di solito chiusi, possono essere a sezione tonda o quadrata
  • accordi

Materiali

È importante valutare prima di acquistare le grondaie la tipologia di materiale.

Grondaie in alluminio: le più comuni. L’alluminio è molto leggero, non appesantisce il tetto ma è anche molto resistente e non richiede molta manutenzione.  Non si ossida, è facile da pulire, può essere tinteggiato. Il costo non è basso e non è facile ripararlo.

  • Grondaie in rame: sono costose ma esteticamente gradevoli. Hanno un’ottima resistenza (fino a 50 anni senza manutenzioni) ma tendono a ossidarsi facilmente.
  • Grondaie in lamiera zincata: sono economiche, non si possono saldare.
  • Grondaie in pvc: facili da montare, resistono all’usura ma poco alle gelate. Durano 15 anni in media.
  • Grondaie in acciaio galvanizzato: sono economiche, resistono nel tempo, facili da montare.
  • Grondaie in acciaio laccato: simili a quelle in acciaio zincato, sono più costose e sono esteticamente più gradevoli.

Prodotti online

Grondaia in plastica

Grondaia semicircolare in PVC

Grondaia in rame

Grondaia in alluminio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grondaie: come sceglierle e cosa sapere

ChietiToday è in caricamento