Detrazioni finestre del 50%: installa nuovi serramenti, contrasta il freddo e risparmia

Si possono ottenere forti sconti sull’acquisto di nuovi infissi

Se le finestre sono chiuse ma si avverte qualche spiffero, è il caso di cambiarle e approfittare delle detrazioni fiscali 2019 del 50%. Infatti, anche per quest’anno è molto conveniente fare qualche piccolo lavoro di ristrutturazione, per migliorare la propria vita e permanenza all’interno della casa. Con infissi nuovi, scelti con attenzione, sarà possibile non sono rinnovare la dimora ma anche risparmiare sulla bolletta – in inverno sempre più “pesante” - perché non ci saranno più dispersioni di calore.

Detrazioni fiscali 2019: il 50% dell’importo  

Risparmiare la metà dell’importo investito in questa spesa, a dir poco consistente, è una bella possibilità da cogliere al volo. Sostituire le finestre vecchie con quelle nuove rientra nella voce lavori di ristrutturazione e il rimborso previsto è pari al 50% dell’importo finale dell’acquisto. La detrazione sarà distribuita in 10 anni con rate annuali dello stesso importo, purché la spesa sia documentata e registrata.

Oltre alle finestre, tra i lavori di ristrutturazione simili, per cui avete la possibilità di risparmiare allo stesso modo, ci sono:

  • porte d’ingresso;
  • scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti ed elementi accessori, solo se vengono sostituiti simultaneamente a quella degli infissi;
  • zanzariere;
  • tende da sole (a condizione che non siano orientate a nord);
  • vetri.

Come scegliere le finestre nuove? I materiali

Legno -  èil materiale naturale per eccellenza. Riesce a dare un aspetto raffinato e ricercato ad ogni ambiente. Perfetto per una appartamento dallo stile classico, si sposa anche ad un arredo più moderno per creare un piacevole contrasto. Se a livello di estetica è impareggiabile, il legno richiede una manutenzione costante per proteggerlo dagli agenti atmosferici. Il lato positivo è che nel caso in cui si rompe, si può riparare facilmente. Anche se più costoso, il materiale è un’isolante naturale, e mette al sicuro la stanza da sbalzi di temperatura.

PVC - una soluzione pratica e versatile. Il PVC è resistente al tempo e agli agenti atmosferici, non ha bisogno di una grande manutenzione, anche durante la pulizia. Il materiale inoltre è disponibile in diversi modelli e varianti, perfetti per adattarsi allo stile di ogni casa.

Alluminio - come il PVC anche l’alluminio è un materiale resistente, che non ha bisogno di molta manutenzione. A differenza del precedente, è meno isolante, per questo ha bisogno di infissi a taglio termico che interrompono il passaggio del calore dall’interno verso l’esterno.

Chiusura finestre e tipo di vetro

Un altro importante aspetto per la scelta delle finestre giuste è il tipo di chiusura/apertura. Da prendere in considerazione la chiusura:

  • battente;
  • a ribalta (vasistas);
  • scorrevole.

Per quanto riguarda i vetri, che giocano un ruolo centrale per il risparmio energetico, bisogna tenere conto le varie tipologie, perché possono garantirci anche una buona difesa da eventuali intrusioni. Tra le opzioni ci sono:

  • doppio vetro - un modello isolante formato da due o più lastre di vetro divise da spazi riempiti d’aria o di gas per assicurare l’isolamento sia termico che acustico. Perfetto per avere un risparmio in bolletta, proteggono soprattutto se si abita in una zona rumorosa;
  • vetro basso-emissivo - permettono di conservare fino al 90% del calore interno. Formato da due o più lastre separate da distanziatori. Il primo spessore è quello float, gli altri sono formati da uno strato isolante uno di argento, fino a quelli protettivi di rivestimento;
  • vetri fonoassorbenti - in grado di isolare acusticamente la stanza e limitare i rumori che provengono dalla strada. Le lastre che vengono unite da un materiale plastico detto PVB sono ideali anche contro le effrazioni;
  • vetri assorbenti - non hanno bisogno di persiane perché la loro caratteristica principale è quella di assorbire il caldo in estate e restituirlo in inverno;
  • vetri riflettenti - permettono di avere luce naturale senza che l’interno si riscaldi, questo perché sulla superficie sono depositati ossidi metallici. La luce viene riflessa per il 30 % all’esterno e per il restante all’esterno illuminando a sufficienza la stanza grazie all’effetto specchio;
  • vetri blindati – sono detti vetri di sicurezza, che in caso di rottura non creano frammenti pericolosi, ma si disgregano in piccoli frammenti. Questi modelli sono formati da tre o più lastre unite tramite fogli di PVB e hanno diversi livelli di resistenza. Solitamente vengono associati ad altre tipologie come i vetri fonoassorbenti, i vetri basso-emissivi o quelli a controllo solare.

Prodotti online per la ristrutturazione delle finestre

Finestra in PVC

Finestra in legno

Finestra di ventilazione

Finestra di inclinazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come coltivare l’ortensia in vaso o in giardino per averla sempre piena di fiori colorati

  • Cos’è il bonus verde 2021 e chi ne ha diritto

  • Pulire casa con il vapore: perché conviene e come farlo

  • Acquistare casa: diminuisce la capacità di spesa anche a Chieti

  • Le migliori scope elettriche per superfici sempre pulite

  • Si possono abbattere i muri portanti? E come?

Torna su
ChietiToday è in caricamento