rotate-mobile
Giardino

Come innaffiare le piante in estate quando si è in vacanza: i 6 modi migliori

Dal sistema a goccia all’irrigazione automatica, vediamo i migliori metodi per innaffiare le piante quando si è in vacanza in estate

È sempre difficile riuscire a garantire il giusto apporto idrico alle piante, quando si parte per le vacanze, soprattutto in estate. Tuttavia sono diffusissimi diversi metodi per riuscire a innaffiare le piante in estate quando si è in vacanza. Vediamo quali sono così da ritrovarle, al proprio ritorno, fresche e verdi e anche fiorite.

La migliore posizione per le piante

Prima di partire, conviene sistemare le piante da interno e da esterno affinché abbiano luce e ombra, acqua e umidità.

Quelle all’interno vanno messe vicino a una fonte di luce naturale. Accanto bisogna mettere dei contenitori di acqua per assicurargli la giusta umidità.

Le piante da esterno andranno riposizionate e messe vicine in un angolo: si faranno ombra a vicenda.

6 modi per innaffiare le piante autonomamente in estate

Durante i giorni di assenza bisogna garantire la giusta acqua alle piante. Esistono una serie di metodi sia fai da te che pronti all’uso.

Sistema a goccia. Riempire una bottiglia di acqua, forare il tappo e inserire il collo della bottiglia nella terra con l’acqua per irrigare a poco a poco la pianta.

Sifone comunicante. Si riempirà una bottiglia piena di acqua, si inserirà una striscia e l’altra estremità di questa andrà inserita nella pianta a un paio di centimetri di profondità.

Risalita per capillarità. Posizionare una bacinella accanto al vaso, mettere una cordicella all’interno e inserire l’altra estremità nella pianta. L’acqua passerà dalla corda alla pianta.

Acqua complessata. L’acqua è sottoforma di gel ed è racchiusa all’interno di un flacone di cellulosa. Va inserito nel terreno e pian piano sarà rilasciata l’acqua necessaria.

Vaso auto-innaffianti. Sono dotati da intercapedini con acqua e cordicelle, che renderanno sempre umido il terreno.

Stuoia filtrante. Posizionare una stuoia a terra e le piante sopra. Inserire un’estremità della stuoia in una bacinella con l’acqua, così il liquido innaffierà le piante in risalita.

Come irrigare le piante automaticamente

Per innaffiare le piante automaticamente, entra in gioco l’irrigazione automatica. Servono un rubinetto e una centralina, che possa comandare l’irrigazione.

Irrigazione a goccia. Su ogni pianta viene posizionato un contagocce da cui esce l’acqua in base alla frequenza stabilita. È dotato di timer per programmare l’innaffiatura.

Irrigazione capillare. Ha un serbatoio esterno con tubi collegati che consentono alle piante di assorbire la quantità di acqua necessaria.

Prodotti online

Irrigazione a goccia

Irrigazione automatica 

Irrigazione automatica per 10 piante 

Irrigazione automatica per balcone

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come innaffiare le piante in estate quando si è in vacanza: i 6 modi migliori

ChietiToday è in caricamento