rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
ChietiToday

Buoni postali prescritti: riconosciuto il diritto alla riscossione di un risparmiatore di Palombaro

L'Arbitro Bancario Finanziario riconosce le ragioni di un risparmiatore

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Nel luglio 2001, un risparmiatore di Palombaro sottoscriveva un buono postale appartenente alla serie AA2. Recatosi in filiale per la riscossione, si vedeva eccepire la prescrizione dello stesso, essendo trascorsi dieci anni dalla data di scadenza del titolo. Il risparmiatore si rivolgeva alla sede di San Salvo di Confconsumatori e presentava ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario che, con decisione n. 6600/22, riconosceva il diritto alla riscossione e dunque l'infondatezza del diniego opposto da Poste Italiane. In materia di prescrizione, presso l’ABF, si sta consolidando un orientamento favorevole ai risparmiatori che, come nel caso di specie, hanno visto riconosciute le proprie ragioni, senza ricorrere all'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni postali prescritti: riconosciuto il diritto alla riscossione di un risparmiatore di Palombaro

ChietiToday è in caricamento