Prevenzione del tumore al seno: visite gratuite a ottobre

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e ogni anno si organizzano iniziative e visite gratuite

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e ogni anno si organizzano iniziative e visite gratuite per sensibilizzare le donne sul tema e riuscire a scovare in tempo un male, che può essere sconfitto. I dati diffusi la Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, parlano chiaro: il tumore al seno è il più diffuso in tutte le donne di ogni età, ma grazie alla prevenzione viene sconfitto 9 volte su 10.

La campagna Nastro Rosa di Lilt offre visite senologiche gratuite.

In tutte le regioni, anche in Abruzzo e a Chieti, le sezioni italiane di Lilt propongono per tutto il mese di ottobre eventi informativi e visite gratuite. A queste si aggiungono quelle promosse da altri enti.

Erga Omnes promuove lo Sportello d'Ascolto, che prevede 5 incontri per dare sostegno e supporto a tutti coloro che vivono direttamente e indirettamente (familiari, parenti e amici) con il tumore al seno.

Screening alla mammella all’ospedale di Chieti

A Chieti è possibile fare lo screening mammografico, rivolto a donne da 50 a 69 anni, in ospedale. L’esame è completamente gratuito, dura 10 minuti e si effettua ogni 2 anni. Il servizio è attivo da 7 anni (ottobre 2012).

Nel 2016 il 73% delle donne residenti ha deciso di effettuare una mammografia con lo screening, nel 2018 ben l'81% ha accettato l’invito da parte dell’asl e per il 2019 si attende un numero ancor più elevato. A questo link trovate tutti i dati per richiedere lo screening alla mammella.

Ricordiamo che lo screening mammografico viene effettuato in queste strutture:

  • Ospedale "Santissima Annunziata" - Chieti
  • Ospedale "Floraspe Renzetti" - Lanciano
  • Ospedale "Gaetano Bernabeo" - Ortona
  • Ospedale "San Pio" - Vasto
  • Ospedale "San Camillo" - Atessa
  • Distretto sanitario di Villa Santa Maria

Tumore al seno, Eusoma promuove il Centro senologico della Asl Lanciano Vasto Chieti

L'importanza dell’autoesame del seno

Ogni anno è importante fare un autoesame del seno, per verificare se c’è qualcosa di sospetto. A partire dai 25 anni si consiglia, quindi, di fare autopalpazione, perché il tumore della mammella è la neoplasia più frequente nel sesso femminile, che colpisce 1 donna su 10, ma può essere scoperta precocemente e conseguentemente curata.

Come fare l'autopalpazione del seno? 

Ecco i passaggi, consigliati da Lilt, per fare bene l’autoesame:

  • porsi in piedi davanti allo specchio;
  • osservare ogni singolo seno allo specchio, tenendo le braccia abbassate;
  • controllare se ci sono eventuali cambiamenti di grandezza e di forma o alterazioni della cute e del capezzolo;
  • alzare le braccia e portarle dietro la testa, osservando se ci sono retrazioni della cute o del capezzolo;
  • sdraiarsi, meglio se su un piano rigido, portando il braccio sotto la testa dalla parte del seno da esaminare. Scorrere dolcemente le dita ben tese e la mano piatta sul seno con piccoli movimenti dall'esterno verso l'interno;
  • eseguire gli stessi movimenti per l'altro seno.

Tangoterapia, supporto psicologico e sociale per le donne colpite da tumore al seno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

Torna su
ChietiToday è in caricamento