Fare la mappatura dei nei a Chieti: a chi rivolgersi

Dove fare la mappatura dei nei a Chieti? Ecco i dermatologi che la effettuano nel nostro territorio e perché sottoporsi a questo esame diagnostico

Ispezionare la pelle, scoprire e guardare attentamente nuove o vecchie lesioni pigmentate e riconoscerne, laddove si presentino, modifiche nel colore e nella forma: ecco cosa fa il dermatologo che effettua la mappatura dei nei sui suoi pazienti. Perché è importante sottoporsi a questo esame diagnostico? Per documentare e verificare se ci sono o meno caratteristiche atipiche sull’epidermide. La mappatura dei nei, infatti, permette di individuare precocemente un eventuale tumore della pelle

Nei: cosa sono?

I nei, o nevi, sono macchie scure e di colore leggermente differente l’una dall’altra causate dall’accumulo di melanociti. Sono lesioni cutanee pigmentate che, se irregolari, possono risultare dannose per la persona. Nel caso di atipicità, il dermatologo richiederà un esame istologico del neo sospetto. 

Come si effettua la mappatura dei nei?

La mappatura dei nei è un esame diagnostico non invasivo che il medico specialista in dermatologia effettua accuratamente ispezionando la pelle del paziente. Può essere praticato in due modi: manualmente e digitalmente. 

Nel primo caso si usano strumenti ottici di ingrandimento, ovvero il dermatoscopio – un piccolo microscopio con lente posizionata direttamente sull’epidermide - per osservare ogni singola lesione cutanea sospetta e non. Il dermatologo valuterà lo stato di salute di ogni singolo nevo e catalogherà sul pc fotografando quelli che secondo lui sono sospetti e devono essere tenuti sotto controllo.

L’esame digitale, invece, si chiama videodermatoscopia e prevede l’uso di una telecamera a fibre ottiche collegata a un pc; in questo modo saranno riportate in tempo reale le immagini dell’epidermide ispezionata. 

Perché fare la mappatura dei nei?

In base a quanto spiegato, la mappatura dei nei è un esame diagnostico preventivo non invasivo che permette di verificare la possibile presenza di anomalie dell’epidermide, quindi melanoma, un tumore maligno più pericoloso, che può essere trattato chirurgicamente con buoni risultati. 

Quando fare la mappatura dei nei? 

Di solito è consigliato fare questo esame ogni 2 o 3 anni in condizioni normali. Se si osservano anomalie, quindi asimmetrie, bordi irregolari e frastagliati, colore scuro e non uniforme, dimensioni grandi e modifiche dei nevi nell’arco di 6-8 mesi, allora è importante prenotare quanto prima la mappatura dei nei. 

Si può prenotare la visita in ospedale. Ricordiamo che la Clinica Dermatologica di Chieti si trova al Bernabeo di Ortona e vanta nuove attrezzature, tra il cui il Totalbody scanning. In alternativa, ecco una lista di centri dermatologici dove effettuare la mappatura dei nei a Chieti: 

  • Dermatologia Chieti, dott.ssa Capo Alessandra, via Arniense, 156, Chieti - Tel. 320 7225428 – mail alessandracapo@hotmail.it;
  • Dott.ssa Marra Maria Elena, via Domenico Spezioli, 33, Chieti – Tel. 0871 66664;
  • Dott. Artese Oreste, corso Marruccino, 153, Chieti – Tel. 0871 345424;

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: 705 nuovi contagi e 10 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento