rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Salute

Il futuro della gastroenterologia parte da Chieti: convegno al rettorato dell’Ud'A

Si parlerà di malattie infiammatorie intestinali croniche in programma sabato 30 ottobre

Parte da Chieti la ricerca e l’innovazione in gastroenterologia: sabato 30 ottobre, dalle 8,30, all'auditorium del rettorato dell'università d'Annunzio, si svolgerà il convegno "Malattie infiammatorie intestinali croniche" organizzato dalla Gba eventi.

“Gli specialisti delle malattie infiammatorie sono al servizio dei pazienti con capacità di innovazione oggi e per il futuro grazie al prezioso contributo dell’Associazione Giovani Gastroenterologi Italiani con alla guida il presidente eletto dottor Loris Lopetuso nostro ricercatore all’ Università G. d’Annunzio di Chieti" dichiara il professor Matteo Neri, gastroenterologo, ordinario dell'università degli studi G. d'Annunzio.

Che aggiunge: “Presenteremo conoscenze avanzate su diagnosi e terapia per un aggiornamento rivolto sia allo specialista che al medico di medicina generale inteso come esposizione diretta degli studi condotti in prima persona da chi le ha realizzati, ovvero dai giovani ricercatori che discuteranno i propri risultati insieme alla letteratura scientifica internazionale".

Al corso parteciperanno esperti internazionali aderenti all’Italian Group for the Study of Inflammatory Bowel Diseases.

Le MICI (Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali) sono patologie in netto aumento che necessitano sempre più di un approccio multidisciplinare sia per quanto riguarda la diagnosi che il management. La loro gestione clinica è complessa, sia per le difficoltà diagnostiche sia per le scelte terapeutiche, e resa ulteriormente tale dalla pandemia da Sars-Cov-2. Il corso si articolerà in varie sessioni riguardanti gli aspetti più avanzati della patogenesi, le caratteristiche e impiego dei farmaci innovativi - small molecules, le metodiche endoscopiche di sorveglianza.

“Uno spazio -  prosegue Neri - sarà opportunamente dedicato all’infezione da Sars-Cov-2 spiegandone impatto sui pazienti e presentando dati sull’effetto sul lungo termine per meglio comprendere cosa aspettarci nel futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il futuro della gastroenterologia parte da Chieti: convegno al rettorato dell’Ud'A

ChietiToday è in caricamento