Si è laureato a Chieti il primo abruzzese insignito del premio per cardiologi under 40

Eugenio Genovesi, classe 1982, originario di Paglieta, è stato selezionato a Rimini fra i tre migliori professionisti nel suo campo

È il primo abruzzese ad aver conquistato il prestigioso premio "Maseri - Florio", riservato ai tre migliori cardiologi under 40 che partecipano al congresso nazionale dell'Anmco (Associazione nazionale cardiologi ospedalieri). A far brillare la provincia di Chieti è stato Eugenio Genovesi, originario di Paglieta, laureato all'università d'Annunzio di Chieti e in servizio nel reparto di Cardiologia dell'ospedale di Atri (Teramo). 

Il premio gli è stato assegnato ieri, a Rimini, durante la cinquantesima edizione del congresso, a cui hanno partecipato circa 3 mila professionisti del cuore. 

La commissione, dopo un'attenta valutazione, ha selezionato i 10 migliori casi clinici fra i cardiologi under 40 provenineti da tutta Italia, selezionando i migliori tre, fra cui il dottor Genovesi, che ha parlato di "Tachicardia a complessi larghi, niente è come sembra”

. I nomi dei vincitori sono stati comunicati nel corso della cerimonia inaugurale del congresso, nell'anfiteatro del Palacongressi di Rimini

Il dottor Genovesi, cardiologo, classe 1982, si è laureato con 110 e lode all'università d'Annunzio di Chieti. Prima di approdare ad Atri, ha avuto diverse esperienze professionali negli ospedali di Chieti e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).

foto premio cardiologi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Cosa non lavare mai in lavastoviglie, per stoviglie sempre perfette: l’elenco

  • Prorogate tutte le zone rosse: non si può entrare e uscire fino al 13 aprile

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi in Abruzzo: ci sono 78 nuovi casi

  • Francavilla in lutto per la scomparsa del tabaccaio Enzo Catelli

  • È scomparso ad Arielli il "poeta agricoltore" Tommaso Stella

Torna su
ChietiToday è in caricamento