Bambini e alimentazione: quali sono i cibi peggiori?

Alcuni cibi sono particolarmente grassi e pesanti e i bambini non dovrebbero mangiarli

Seguire un piano alimentare sano per i più piccoli è importante il loro sviluppo e la crescita. Ecco perché ci sono cibi da non far mangiare ai bambini e altri che sono decisamente più indicati.

Quello che è consigliabile evitare, o almeno limitare il più possibile, è il cosiddetto cibo spazzatura, meglio noto come junk food. Questo, che comprende vari tipi di pietanze, è sicuramente goloso ma ha pochi elementi nutritivi mentre è ricco di grassi. Può persino provocare gravi problemi di salute, tra cui l’obesità infantile e malattie cardiovascolari.

Ma quali sono gli alimenti da evitare?

Gli 8 cibi che i più piccoli non dovrebbero mangiare regolarmente (o mai)

Patatine fritte. Si consumano solitamente quando si va fuori a mangiare una pizza in famiglia, e in effetti una volta ogni tanto non fanno male a nessuno. Il segreto è moderare le quantità sia ai grandi sia ai più piccini. Sono grasse, non molto nutrienti ma soprattutto potrebbero contenere acrilammide, una sostanza cancerogena che si forma durante la cottura ad alte temperature di alimenti come le patate.

Pancarré e pane in cassetta. Sembra innocuo ma non lo è per niente, perché questo tipo di pane contiene alcol etilico, che serve per farlo durare più a lungo.

Biscotti. Quelli confezionati contengono molto ingredienti, alcuni tutt’altro che salutari. Meglio farli in casa.

Caramelle gommose. Sapete perché sono così colorate? Perché piene di zucchero e coloranti. Sì, saranno belle da vedere, ma non sapete che danni possono procurare, in particolar modo ai denti! 

Bevande gassate. Sono piene di coloranti, zuccheri e calorie. Da evitare.

Succhi di frutta. Anche i succhi di frutta vantano una buona dose di zuccheri e pochissima frutta. Meglio dare ai bambini della frutta fresca o preparare dei frullati in casa.

Salse pronte. Per farle durare più a lungo si aggiungono dei conservanti, preferibilmente da evitare.

Dado. Contiene grassi, ha un livello di sapidità sopra la norma e alcune versioni contengono glutammato. Non è meglio preparare un po’ di brodo in casa?

Nutrizionista: l'esperto di alimentazione

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Cambio dell’ora di ottobre 2019: quando si fa e sarà davvero l’ultima volta?

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Condannati i rapinatori dei coniugi Martelli: devono scontare dagli 8 ai 15 anni

  • Scacco alle signore della droga: quattro in manette e 25 persone indagate

Torna su
ChietiToday è in caricamento