Quanto bisogna aspettare per il fare il bagno a mare dopo mangiato? Verità e falsi miti

Ci hanno sempre insegnato che bisogna aspettare almeno 3 ore prima di fare il bagno a mare dopo mangiato, ma davvero così?

Ci hanno sempre insegnato che bisogna aspettare almeno 3 ore prima di fare il bagno a mare dopo mangiato. Verità o fantascienza? C’è chi sfida la sorte e chi si affida completamente al famoso tormentone estivo che, anno dopo anno, continua a fare proseliti. Ma perché bisognerebbe aspettare 180 minuti prima di fare il bagno dopo mangiato? Per evitare di annegare per via di una possibile, anzi probabilissima congestione.

Facciamo chiarezza e cerchiamo davvero di capire se si tratta di una verità o solamente di una moda popolare, che spaventa generazione dopo generazione.

Quanto ci vuole a digerire un pasto?

Ogni pasto richiede un tempo di digestione diverso. Nella fattispecie, se avete ingurgitato grandi quantità di pasta al sugo, salumi e pane, carne condita e tonnellate di verdure, oltre a dolce, frutta, caffè e ammazzacaffé, allora il tempo di digestione sarà piuttosto lungo. Tuttavia, quando si va al mare, si cerca di stare più leggeri, per evitare anche quel senso di gonfiore addominale fastidiosissimo.

Facciamo qualche esempio per comprendere meglio cibi e tempi di digestione: pesce e carboidrati vengono generalmente digeriti nel giro di 1 o 2 ore, per una bistecca di manzo ne occorrono anche 3 o 4, e 5 per il maiale. Meno tempo per la frutta, circa mezz’ora, la verdura cruda impiega tra i 30 e i 40 minuti mentre per le patate serve almeno 1 ora.

Anche la masticazione è importante: più lentamente si mastica un cibo, più sarà facile e veloce digerirlo.

… e allora le canoniche 3 ore?

Un mito, una generalizzazione, una falsità. Una mera credenza popolare. Ovviamente 3 ore sono utili per digerire la maggior parte dei cibi, ma ciò non vuol dire che bisogna rispettarle obbligatoriamente.

Difatti non ci sono prove o studi che testimoniamo esposizioni a possibili congestioni negli individui che fanno il bagno prima delle 3 ore.

Tutto dipende dal pasto, dalla quantità e dal proprio benessere personale. Quando si prova un senso di pesantezza generale, dovuto a quanto mangiato, in genere nessuna persona ha voglia di mettersi sotto il sole cocente o di stare in acqua. Si preferisce, infatti, rilassarsi beatamente sul lettino all’ombra.

I consigli utili

Quando si va al mare, quindi non si hanno le comodità di casa e ci si espone al sole estivo, bisogna sempre tenere a mente poche ma semplici regole:

  • evitare le abbuffate e cibi pesanti, quindi preferire frutta, verdura, pesce, pasta o riso freddi;
  • entrare in acqua gradualmente per abituare il corpo alla temperatura del mare
  • non assumere (o farlo con moderazione) bibite ghiacciate, perché sono queste a causare lo sbalzo termico, quindi una possibile congestione al mare!

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

Torna su
ChietiToday è in caricamento