Arriva l'ambulatorio solidale: visite mediche gratuite per chi non può sostenere le spese sanitarie

Assistenza garantita anche a chi non è iscritto al Servizio sanitario nazionale. E ora la Caritas cerca volontari

La Caritas di San Vito Chietino ha creato l'ambulatorio medico solidale, una possibilità di cura per chiunque non abbia i mezzi o le risorse per preoccuparsi della propria salute o per coloro che si trovino in uno stato momentaneo di bisogno. 

In particolare, viene specificato che non si faranno "distinzioni di genere o provenienza" e saranno assistiti italiani residenti e non residenti, cittadini stranieri con e senza permesso di soggiorno, iscritti e non iscritti al Servizio sanitario nazionale. Una possibilità enorme per chi, spesso, rinuncia alle cure perché non dispone dei mezzi necessari. 

L'ambulatorio, che deve ancora iniziare le sue attività, sarà operativo principalmente mezza giornata a settimana. Vi si accederà tramite il centro d'ascolto Caritas, che valuterà la presenza delle condizioni socio-economico necessarie e poi farà richiesta di assistenza al personale di turno. 

Per realizzare al meglio questo progetto, si cercano figure professionali che collaborino a titolo volontario, visto che il servizio è totalmente gratuito. In particolare, servono infermieri, medici generici, medici specialistici. Chiunque volesse dare il proprio contributo, può rivolgersi alla Caritas di San Vito Chietino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

  • “Morti aspettando la cassa integrazione”: necrologi shock di CasaPound davanti alla sede Inps

  • Pestaggio fuori dal pub del centro: 23enne in ospedale con fratture al volto, caccia agli aggressori

  • Assegno familiare: tutti i requisiti per ottenerlo

  • Coronavirus: cinque nuovi casi oggi in Abruzzo, nessuno in provincia di Chieti, ma si registra un decesso

Torna su
ChietiToday è in caricamento