rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cura della persona

Tessuti plastic free: quali sono e cosa indossare per fare del bene all’ambiente

10 materiali ecologici e green

Si va sempre più verso il plastic free, che non significa solamente abolire buste e piatti di plastica, ma rendere più green tutto ciò che ci circonda e che utilizziamo, capi di abbigliamento compresi. Infatti secondo uno studio pubblicato dalla BBC, un capo su 2 è composto da plastica: il 49% dei 10.000 prodotti presi in esame risulta interamente realizzato in poliestere, acrilico, nylon ed elastan.

Queste fibre, sintetiche ed economiche, sono effettivamente molto durevoli ma richiedono grandi quantità di energia per essere prodotte, contribuendo al rilascio di microplastiche nell’acqua, nell’aria e anche nell’organismo umano.

Come fare bene? Una soluzione potrebbe essere quella di acquistare vestiti e accessori in plastica riciclata, ma secondo il Financial Times questa scelta potrebbe essere più dannosa di quanto si creda. La plastica usata per i vestiti, non può essere nuovamente riciclata, quindi il suo ciclo termina così e non argina in alcun modo il problema. in ogni caso durante produzione, lavaggio e smaltimento le microplastiche saranno ugualmente rilasciate.

Non sono ecologici, secondo la rivista scientifica Popular Science, anche i materiali in Pu, ossia la finta pelle, o il Pvc.

Tessuti sostenibili

A questo punto viene da chiedersi quali siano effettivamente le alternative sostenibili. Secondo Annalisa De Piano, co-fondatrice di Be Green Tannery, conceria campana orientata alla sostenibilità, una possibile via è scegliere materiali in grado di durare nel tempo. Una volta giunti al loro fine vita, avrebbero un impatto minore sull’ambiente.

I prodotti in pelle, catalogati come non sostenibili, di fatto lo sono perché le concerie danno una seconda vita al un prodotto di scarto dell’industria alimentare.

Tuttavia l’industria tessile si sta muovendo su più fronti. In Svezia è stato creato un tessuto naturale e idrorepellente, che permette di evitare l’utilizzo di prodotti chimici per creare impermeabili, mentre in India si sta investendo molto sulla juta come materiale tessile.

L’inquinamento derivante dalla plastica potrebbe triplicare nel giro di poco tempo: nell’oceano Artico, rivela la rivista Nature, si concentrano 40 particelle di microplastiche per metro cubo, soprattutto derivanti dal poliestere.

10 tessuti plastic free

E allora cosa indossare per fare del bene al pianeta e a se stessi? Vediamo quali sono i 10 materiali plastic free da preferire:

  1. juta, materiale povero che assorbe anidride carbonica rilasciando ossigeno;
  2. pelle, realizzata con prodotti di scarto, ma deve essere pelle metal free;
  3. prodotti naturali come quelli delle foglie di loto;
  4. lyocell, che è estratta dalla cellulosa delle piante di eucalipto;
  5. materiali tinti con coloranti naturali
  6. denti di seppia;
  7. caffè;
  8. cupro;
  9. lino;
  10. canna da zucchero.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tessuti plastic free: quali sono e cosa indossare per fare del bene all’ambiente

ChietiToday è in caricamento