Pelle in primavera: come prepararla al cambiamento

Cure specifiche per prepararsi adeguatamente ai cambiamenti di temperatura

Basta seguire 5 regole per preparare la pelle in primavera. Dopo l’inverno, che tende a rendere la pelle più secca, bisogna illuminarla e rinvigorirla con dei semplici trattamenti, anche casalinghi, altrimenti il rischio è quella di ritrovarla opaca, spenta e disidratata.

La skincare, quindi, è fondamentale. La dottoressa Maria Gavrilova, dermatologa, parte del team MioDottore, piattaforma specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner, ha elencato tutto quello che si può fare per non avere brutte sorprese.

5 regole per preparare la pelle in primavera

Le regole, o meglio i consigli da seguire sono pochi e semplici:

  1. detersione delicata per non danneggiare la barriera e il microbioma cutaneo;
  2. rinforzare la protezione contro Uv tramite utilizzo di antiossidanti;
  3. applicare una crema con protezione solare tutti i giorni di mattina;
  4. aggiungere un’esfoliazione di notte;
  5. praticare attività fisica aerobica all’aria aperta.

Detergere delicatamente, rinnovare, rinforzare e idratare è importante per rimuovere gli strati superficiali del derma e ritrovare una pelle radiosa e fresca.

I sieri antiossidanti, che aiutano a rallentare l’insorgere delle rughe e proteggono da danni ambientali e stress, sono utilissimi in questo periodo. Inoltre, è meglio prediligere prodotti che difendono da smog e Uv, supportano la barriera cutanea e il microbioma – ovvero l’insieme di tutti i microorganismi, tra cui batteri, virus, funghi e protozoi, che colonizzano intestino, pelle, cavo orale e polmoni.

Per quanto riguarda la routine di benessere della propria pelle, si consiglia al mattino, dopo la detersione e la tonificazione, l’impiego di sieri antiossidanti contenenti vitamina C. Questa illumina la pelle, riduce le macchie del viso e dona al volto un aspetto più giovane quando si usano alte concentrazioni di tale ingrediente, 10-20%; sono preferibili sieri che abbiano elementi attivi in una texture fluida e leggera. Trattandosi di un prodotto concentrato, saranno sufficienti poche gocce.

Alla sera meglio un trattamento esfoliante per permettere alla pelle di rigenerarsi durante le ore del riposo notturno. Ottimi i prodotti con acido glicolico, che aumentano il turnover cellulare, purificano i pori, migliorano la texture e il tono cutaneo. Per la pelle molto sensibile meglio applicare quelli con niacinamide o vitamina B3, che aiuta a mantenere l’idratazione e aumenta la resistenza della barriera cutanea.

La dieta influisce sul benessere della cute per questo si consiglia di variare sempre e mettere in tavola proteine, grassi, carboidrati, vitamine, antiossidanti e minerali.

Fare attività fisica fa bene alla pelle, basta anche passeggiare in mezzo alla natura e fare attività fisica all’aria aperta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

  • Tutto l'Abruzzo in lutto per la morte di Ivan Vaccaro: il ricordo dell'amico del cuore e dei suoi cari

  • Le sue canzoni e la musica di Baglioni per l'ultimo saluto a Ivan Vaccaro - FOTO e VIDEO

  • Saturimetro: perché acquistarne uno e i migliori in commercio

  • Zone rosse in Abruzzo: per quali comuni iniziano le restrizioni e quali tornano in arancione

  • Vaccini anti Covid, al via le prenotazioni per i cittadini tra i 60 e i 69 anni

Torna su
ChietiToday è in caricamento