Le proprietà dei funghi e il decalogo di Coldiretti per raccoglierli

Composti per quasi il 90% da acqua e con pochissime calorie, i funghi sono una fonte di fibre, carboidrati, proteine tra cui la lisina e il triptofano, sali minerali e vitamine

Ottobre è il mese in cui, oltre alla raccolta delle olive e alla vendemmia, si va a caccia di funghi in tutta Italia. Finferli, porcini e chiodini tra i più cercati dai cacciatori che, hanno approfittato delle belle giornate per scovarli.

Tuttavia raccogliere funghi richiede il rispetto di alcune regole, bisogna evitare le improvvisazioni. A precisarlo è Coldiretti che ricorda di non fidarsi dei proverbi e detti comuni, piuttosto di rivolgersi a enti e associazioni specializzate.

In ogni caso, scopriamone prima le proprietà e poi, se proprio volete andare a caccia di funghi nei boschi abruzzesi, vi sveleremo il decalogo di Coldiretti.

Proprietà e benefici

I funghi, o miceti, sono un regno di organismi eucarioti, unicellulari e pluricellulari, che comprende più di 700.000 specie conosciute, non tutte commestibili, e a cui appartengono anche i lieviti e le muffe.

Sono eterotrofi, ovvero ricavano le sostanze nutritive dall'ambiente esterno, assorbendole attraverso le pareti.

Hanno poche calorie, circa 25 kcal ogni 100 grammi di prodotto fresco.

Composti per quasi il 90% da acqua e con pochissime calorie, i funghi sono una fonte di fibre, carboidrati, proteine tra cui la lisina e il triptofano, sali minerali e vitamine. Ricchi di calcio, ferro, manganese e selenio, i funghi contengono anche folati e vitamine del gruppo B, tra cui la Vitamina B2, fondamentale per la produzione dei globuli rossi e per il metabolismo, e la B3, che contribuisce al buon funzionamento del sistema nervoso e ad una corretta ossigenazione del sangue.

L’assunzione di funghi viene considerata utile dalla medicina non convenzionale soprattutto durante i cambi di stagione come antibiotico naturale, grazie alla loro capacità di rafforzare il sistema immunitario, proteggere l'organismo dai malanni di stagione. Inoltre, hanno la capacità di abbassare il colesterolo cattivo Ldl e di controllare i livelli di colesterolo nel sangue, di favorire il metabolismo, di contrastare e prevenire l’invecchiamento grazie al loro contenuto di antiossidanti e di prevenire le malattie cardiovascolari.

Funghi commestibili

I funghi commestibili e disponibili sul mercato sono sottoposti a un controllo preventivo da parte degli ispettorati micologici delle Asl, per questo possono essere consumati in completa sicurezza.

Nel caso in cui si raccolgono autonomamente, si consiglia di sottoporli a un ispettore micologo della Asl di zona. Ingerire funghi non commestibili può essere molto pericoloso e procurare danni alla salute, fino alla morte.

Come consumare i funghi

I funghi possono essere acquistati freschi, surgelati, essiccati, oppure raccolti soprattutto nei mesi di settembre e, principalmente, ottobre. Si possono consumare sia crudi che cotti, utilizzati soprattutto nella preparazione di condimenti per pasta, riso o polenta, come contorni, fritti, in insalate e in tantissime altre pietanze.

Quando raccogliere i funghi

Il momento migliore del giorno per raccogliere i funghi è alla mattina presto, quando il bosco è ancora umido di rugiada, mentre il periodo dell'anno varia a seconda del tipo di fungo, della latitudine e del clima, ma, in linea di massima, va da inizio luglio a fine ottobre.

I consigli per raccogliere i funghi: il decalogo di Coldiretti

Per essere un bravo e attento cacciatore di funghi, ecco le 10 regole stilate da Coldiretti:

  1. Documentarsi sull’itinerario e scegliere i percorsi adatti alle proprie condizioni fisiche
  2. Comunicare a qualcuno il proprio tragitto evitando le escursioni in solitaria
  3. Attenzione ai sentieri nel bosco che possono diventare scivolosi a causa della pioggia
  4. Consultare i bollettini meteo e stare attenti al cambio del tempo
  5. In caso di rischio fulmini non fermarsi vicino ad alberi, pietre e oggetti acuminati
  6. Usare scarpe e vestiti adatti con scorte di acqua e cibo.
  7. Non raccogliere funghi sconosciuti
  8. Verificare i limiti alla raccolta di funghi con i servizi micologici territoriali
  9. Pulire subito il fungo da rami, foglie e terriccio
  10. Per il trasporto meglio usare contenitori rigidi e areati che proteggono il fungo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • VIDEO - "Cambio moglie" fa tappa a Lanciano: i circensi Ferrandino protagonisti con i parrucchieri Sorrentino

Torna su
ChietiToday è in caricamento