Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

L'Ascom Abruzzo contro la riattivazione delle ztl a Lanciano: "Grave errore"

Secondo il presidente di Lanciano "in questo momento, quello della ripartenza, le istituzioni dovrebbero supportare in ogni maniera le imprese"

Il ripristino, a partire da oggi, delle zone a traffico limitato in alcune strade del centro storico di Lanciano viene giudicato dall'Ascom Abruzzo "un grave errore" in questo momento di ripartenza "perché le istituzioni dovrebbero supportare in ogni maniera le imprese, stare al loro fianco, date le gravi difficoltà in cui quasi tutte versano dopo un anno di chiusure a singhiozzo, di mancati incassi e di crisi profonda" spiegano Ascom Abruzzo e il presidente di Lanciano dell'associazione, Rocco Finardi. 

Il blocco era stato attivato a causa della pandemia da Covid-19 durante la zona rossa e arancione.

"Non capiamo - continua Finardi - il motivo di tanta fretta. Lasciare le strade aperte, in questo difficile periodo e contesto, aiuterebbe di sicuro il commercio. Anche perché molti cittadini, per paura delle multe, e il Comune di Lanciano ne ha fatte a iosa, scoraggiando chiunque a venire in città per fare acquisti, evitano le strade della Ztl: preferiscono recarsi nei centri commerciali, invece che rischiare una contravvenzione e girare a lungo con l’auto per trovare un parcheggio che spesso non si trova”.

Secondo Ascom, le Ztl non favoriscono e non incentivano la ripresa del commercio, mentre l'associazione giudica positivo il  rinnovo fa parte delle attività ristorative e dei bar  di occupazione di spazi pubblici a titolo gratuito

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ascom Abruzzo contro la riattivazione delle ztl a Lanciano: "Grave errore"

ChietiToday è in caricamento