Zona rossa, l'appello dei sindaci di Chieti e Lanciano: "Non chiudere le scuole nel rispetto del Dpcm"

Ferrara e Pupillo lamentano di non aver potuto esprimere la propria opinione durante la riunione in videoconferenza con Marsilio

Lo aveva anticipato intervenendo in consiglio comunale dopo la riunione in videoconferenza con il presidente della Regione Marco Marsilio.

Ora, il sindaco di Chieti Diego Ferrara, insieme al presidente della provincia e sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, lancia un appello in vista della decisione per su un eventuale zona rossa: "Riteniamo che, per quanto riguarda la scuola, non si debba andare oltre ciò che stabilisce il Dpcm in vigore, lasciando la frequenza in presenza per le scuole di primo grado così come previsto,  anche per rispondere a esigenze organizzative concrete delle famiglie e delle scuole che non possono e non devono essere ignorate né costrette a subire decisioni improvvisate". 

Ferrara e Pupillo lamentano che, durante la riunione di Marsilio con i sindaci, i presidenti delle province e il presidente dell'Anci, "purtroppo non sono emerse decisioni chiare e non ci è stato permesso di condividere il nostro parere con lui e gli altri presenti".

"Qualora la Regione dovesse procedere con l’istituzione della zona rossa - aggiungono - come ci ha manifestato il presidente questa mattina e come abbiamo avuto modo di apprendere ieri sera su social e mezzi di informazione, sarebbe stato bene che il provvedimento non fosse anticipato a mezzo social la domenica sera, per evitare ulteriore caos e interpretazioni sui generis".

I sindaci di Chieti e Lanciano fanno leva anche sulle conseguenze economiche di una decisione così restrittiva: "Non trascurabile è, infine, la portata economica che avrebbe l’annunciata ordinanza: se lo stop deve tutelare il Natale delle famiglie e del comparto commerciale e produttivo, come ha esordito Marsilio illustrandolo ai sindaci, ai settori che si fermeranno dovrà essere assicurato ogni tipo di ristoro per la mancata attività, per evitare che si acuisca la già grave crisi economica che riguarda le nostre comunità e il Paese intero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento