VIDEO - Il vivaio regionale abbandonato di Santa Filomena finisce su Striscia la notizia

In un servizio dell'inviato Pinuccio, De Sanctis del forum H20 ha raccontato dei cinque ettari di verde e strutture lasciati alla rovina dal 2016

Il vivaio regionale abbandonato di Santa Filomena, a Chieti, è finito all'attenzione del programma di Canale 5 Striscia la Notizia, che ieri sera gli ha dedicato un servizio dell'inviato Pinuccio. 

Significative le immagini mandate in onda dalla trasmissione Mediaset, che hanno mostrato lo stato attuale di quella che, fino a pochi anni fa, era una realtà florida e vivace. Oggi ci sono piante, mezzi agricoli e strutture del tutto abbandonati e in rovina.

È stato Augusto De Sanctis, del forum H20, a spiegare come la Regione, fino al 2016, avesse 11 vivai regionali. Poi, però, c'è stato quello che definisce "un progressivo abbandono delle attività, soprattutto per il quale" e si è proceduto a una riorganizzazione. La Regione ha individuato "cinque vivai strategici" su cui concentrare le sue attività. 

Dal quel momento, il vivaio di Santa Filomena è caduto all'abbandono: cinque ettari di verde, con decine di alberi di grande dimension e, come ha precisato De Sanctis, anche di valore economico non indifferente.

"A poche centinaia di metri - ha spiegato - c'è un istituto agrario, a cui potrebbe essere affidato il vivaio per la gestione, oppure potrebbe essere aperto alle scuole, con un importante funzione sociale".

Per vedere il servizio clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento