rotate-mobile
Attualità Lanciano

Arrivano cinque nuovi medici all'ospedale di Lanciano, la visita della direzione Asl al Renzetti

Per la progettazione del nuovo ospedale, l'azienda si è data cinque mesi di tempo: "Abbiamo previsto un tempo sufficientemente lungo per elaborare un progetto condiviso con gli operatori, ai quali chiediamo di confrontarsi con i tecnici per esprimere indicazioni utili e funzionali al loro lavoro”, ha detto il direttore generale Schael

Partecipazione alla progettazione del nuovo ospedale, integrazione con gli altri ospedali secondo una logica di rete e ciascuno con una ben precisa vocazione. Queste le parole durante l’incontro della direzione Asl con primari e coordinatori dell’ospedale di Lanciano.

Un lungo faccia a faccia, durante il quale il direttore generale Thomas Schael e il direttore sanitario Flavia Pirola hanno tracciato una linea di continuità tra presente e futuro del Renzetti, invitando gli operatori a lavorare per processi e soprattutto insieme, attraverso sinergie tra le unità operative e un confronto diretto con il management, attento alle esigenze di tutti sempre da contemperare con le disponibilità economiche e i tetti di spesa da rispettare. Sul fronte del personale, sono stati assunti 2 nuovi radiologi e 3 medici di pronto soccorso, tutti destinati a Lanciano. 

Flavia Pirola, alla quale è stato dato il benvenuto con un omaggio floreale, ha anticipato il disegno della direzione di potenziare la medicina dei servizi, a partire dal laboratorio analisi, e le discipline di area medica, che potrà contare anche sull’aumento di posti letto assegnato dalla rete ospedaliera approvata di recente. Molto apprezzato, tra le altre attività, l’impegno profuso da Odontoiatria e Anestesia per l’assistenza a disabili e pazienti non collaboranti, rispetto ai quali ha formulato l’invito a strutturare percorsi anche nelle altre discipline, a partire dalla diagnostica, perché la disabilità, specie quella grave, inficia anche le altre  prestazioni delle quali le persone hanno bisogno. 

Non è mancato il riferimento temporale alla progettazione del nuovo ospedale: “Ci siamo dati 5 mesi di tempo - ha spiegato Schael - perché si tratta di un lavoro complesso, che richiede di procedere per gradi anche per garantire continuità alle attività contestualmente all’apertura dei cantieri, perché nulla verrà meno, non ci saranno trasferimenti. Abbiamo previsto un tempo sufficientemente lungo per elaborare un progetto condiviso con gli operatori, ai quali chiediamo di confrontarsi con i tecnici per esprimere indicazioni utili e funzionali al loro lavoro”.

La pubblicazione del bando di gara da parte di AreaCom per la progettazione è attesa a giorni, come anche per l’individuazione del verificatore, come richiesto dalla normativa sugli appalti al fine di garantire la migliore realizzazione dell’opera minimizzando rischi di ritardi e contenziosi. Dettaglio importante: non sarà privilegiata l’offerta economica, puntando sul risparmio, perché più valore sarà dato alla qualità del lavoro e all’esperienza vantata dal progettista. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano cinque nuovi medici all'ospedale di Lanciano, la visita della direzione Asl al Renzetti

ChietiToday è in caricamento