Visita teatina per Maria Romanò, la sorella del giovane ucciso dalla mafia

Ad Attilio Romanò è intitolata la sezione di Libera Chieti, che ha organizzato l'incontro con il gruppo scout Chieti 2

Visita a Chieti di Maria Romanò, sorella di Attilio, il ragazzo ucciso dalla mafia il 24 gennaio 2005 per uno scambio di persona. Al giovane, "il gigante buono", come era soprannominato, è intitolato il presidio Libera di Chieti. 

Maria Romanò, ieri mattina, all'istituto San Camillo de Lellis, ha incontrato gli esponenti di Libera e il gruppo scout Chieti 2.

"L’incontro - spiegano gli organizzatori - si inserisce all’interno di un cammino, intrapreso da tempo, che nasce dalla consapevolezza di fare della testimonianza il mezzo per riportare dignità e bellezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l’ora solare e guadagneremo un’ora in più di sonno

  • Traffico paralizzato in centro per l'auto dei vigili in divieto di sosta: multati dai loro colleghi

  • Le migliori pizzerie 2020 di Chieti e provincia secondo 50 Top Pizza sono cinque

  • In provincia di Chieti 32 comuni di montagna rischiano di scomparire: arrivano contributi dalla Regione

  • Furto con scasso in una pizzeria del centro di Chieti, il titolare pubblica le foto dei ladri sui social: "Chi li riconosce?"

  • Da Forlì a Chieti: il tenente colonnello d'Imperio è il nuovo comandante del reparto operativo dei carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento