rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità

Episodi di violenza in pronto soccorso, Tafuri: "Occorre cultura del rispetto, rafforzeremo la collaborazione con le forze dell’ordine"

Il direttore del pronto soccorso del SS. Annunziata presiede un convegno dedicato alla medicina d'urgenza costretta sempre più a districarsi tra violenza, sovraffollamento e carenza di personale

Aumentano gli atti di violenza contro il personale del pronto soccorso che spesso vengono compiuti anche da persone ‘normali’, ovvero nel pieno delle proprie facoltà. A evidenziarlo è il direttore del pronto soccorso dell’ospedale SS Annunziata di Chieti, Emmanuele Tafuri alla vigilia del congresso regionale “Dea 2023” dedicato al confronto tra gli operatori dell’emergenza in Abruzzo.

“Ciò che intendiamo fare è istruire la popolazione al rispetto del lavoro del personale e delle strutture dell’Emergenza-Urgenza facendo comprendere le motivazioni delle lunghe attese di ogni luogo ma quello che La medicina d’urgenza è una realtà che sta mutando rapidamente – sostiene il dottor Tafuri, - la gestione dell’emergenza riscontra varie difficoltà in termini sia di personale che di spazi e risorse nonché la nuova preoccupante ondata d’inammissibile violenza”.

Per il direttore del pronto soccorso di Chieti è importante impegnarsi a creare una cultura del rispetto “perché – dice ancora - se precedentemente gli atti di violenza verso il personale di pronto soccorso erano ascrivibili a pazienti particolari che esprimevano in tal modo il proprio disagio; oggi sovente cittadini nel pieno delle proprie facoltà si rendono protagonisti di atti violenti. Ciò che intendiamo fare è istruire la popolazione al rispetto del lavoro del personale e delle strutture dell’Emergenza-Urgenza facendo comprendere le motivazioni delle lunghe attese, spesso, ad esempio, ascrivibili alla mancanza di posti letto. Rafforzeremo inoltre la collaborazione con le forze dell’ordine per garantire maggiore controllo e tutela anche verso gli operatori sanitari soprattutto nelle più critiche ore pomeridiane e notturne”.

Le vecchie e nuove problematiche della medicina d’emergenza e urgenza a livello locale, regionale e nazionale saranno affrontate nella due giorni del 10 e 11 novembre in occasione del congresso che si svolgerà nell’auditorium del Rettorato dell’università d’Annunzio. L’appuntamento è venerdì 10 novembre alle ore 14.30.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Episodi di violenza in pronto soccorso, Tafuri: "Occorre cultura del rispetto, rafforzeremo la collaborazione con le forze dell’ordine"

ChietiToday è in caricamento