rotate-mobile
Attualità

Cinque mesi dopo essere stato colpito da un fulmine, Filippo torna ad allenarsi: a festeggiarlo le telecamere di Rai Uno

Il giovanissimo calciatore, accompagnato dalla mamma, è stato accolto dagli amici e da mister Gabriele Di Primio, che quel pomeriggio di fine estate gli ha salvato la vita con le manovre di primo soccorso: il collegamento a La vita in diretta

È tornato sul campo in cui, cinque mesi fa, sembrava che tutto fosse finito il piccolo Filippo, giovanissimo calciatore del River che il 30 agosto scorso venne colpito da un fulmine sul campo del Celdit, a Chieti Scalo. 

Oggi pomeriggio, accompagnato dalla mamma e accolto con affetto dagli amici, Filippo ha indossato nuovamente le scarpette, pronto ad ascoltare sul campo mister Gabriele Di Primio, il cui intervento, quel giorno, è stato provvidenziale per salvargli la vita.

A salutare questo giorno felice c'erano anche le telecamere della trasmissione di Rai Uno "La vita in diretta": poco dopo le 18 di oggi, il conduttore Alberto Matano ha introdotto il servizio che raccontava la storia di Filippo, nel corso del quale è stata mostrata anche la scarpetta bucata dal fulmine, conservata con cura dalla mamma, che di certo non dimenticherà facilmente quel terribile pomeriggio di fine estate.

Poi, il collegamento in diretta proprio dal campo del Celdit, dove Di Primio, che in questi mesi è stato anche premiato dal Comune di Chieti per il suo tempestivo soccorso al giovane calciatore, ha ripercorso l'accaduto: "Ho fatto semplicemente quello che c'era da fare in quel momento", ha commentato l'allenatore, che oltre a trasmettere ai ragazzi tecnica, regole e passione per il calcio, è un vigile del fuoco. 

Il racconto del primo soccorritore

Filippo La vita in diretta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque mesi dopo essere stato colpito da un fulmine, Filippo torna ad allenarsi: a festeggiarlo le telecamere di Rai Uno

ChietiToday è in caricamento